• Home
  • Eventi
  • Padula, giornata nazionale dell’albero all’insegna della sostenibilità

Padula, giornata nazionale dell’albero all’insegna della sostenibilità

di Luigi Martino

L’altra mattina, presso il convento di San Francesco, in collaborazione con l’Ordine dei Frati Minori di Padula e la cooperativa Nova Civitas, si è tenuta la Giornata Nazionale dell’Albero.

In occasione della ricorrenza sono stati donati degli alberelli benedetti ai nati del 2020 e, dopo la Santa messa, sono stati piantati alcuni alberi nel Viale della Certosa con l’aiuto del maresciallo Francesco Argento. La cooperativa Nova Civitas, invece, ha provveduto alla collocazione, accanto al tiglio posto davanti al convento di San Francesco, di un codice Qr Code per la lettura, tramite smartphone, delle informazioni relative alla pianta arborea.

L’iniziativa di ieri è stata anche l’occasione per discutere di ambiente e cambiamenti climatici. «Eventi come questi – ha detto la sindaca di Padula, Michela Cimino – hanno un valore estremamente importante, soprattutto in questo momento. Un momento decisivo per il clima e l’ambiente». Mai come come in questo momento, il legame tra cambiamenti climatici, ambiente e salute è più evidente. «Servono azioni decisive e immediate. Anche semplicemente preservare il patrimonio ambientale e piantare nuovi alberi», ha aggiunto Cimino.

Alla Giornata dell’Albero, coordinata dall’Amministrazione Comunale di Padula, hanno partecipato soprattutto famiglie e bambini. «Il modo migliore per salvaguardare l’ambiente – ha concluso la sindaca di Padula – è quello di favorire percorsi educativi e didattici rivolti ai bambini. Non dobbiamo mai dimenticare che abbiamo il compito di custodire l’ambiente per poi affidarlo alle nuove generazioni».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019