Parco archeologico di Velia: riapre Porta Rosa

di Redazione

Porta Rosa ha finalmente riaperto. I visitatori da ieri potranno passeggiare a Velia percorrendo via di Porta Rosa, attraversare le Terme Ellenistiche e passare sotto l’arco a tutto sesto più antico della Magna Grecia. E’ un risultato ottenuto dall’impegno del Parco Archeologico di Paestum e Velia, della Direzione regionale Musei Campania, della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino e del Segretariato Regionale della Campania.

Porta Rosa era un viadotto che collegava le due sommità naturali dell’acropoli di Elea. L’arco, in undici conci di pietra arenaria, oltre a quella di viadotto, svolgeva la funzione di contenimento delle pareti della gola che collegava. Attorno al III secolo a.C. l’arco fu ostruito e l’intera struttura interrata, per opera presumibilmente di una frana o perché l’apertura costituiva un punto debole nella difesa della città. L’interramento ne ha probabilmente permesso la perfetta conservazione. Porta Rosa fu riportata alla luce l’8 marzo 1964 dall’archeologo Mario Napoli il quale la battezzò “Rosa” in omaggio al nome della propria moglie sorella dell’archeologo Alfonso De Franciscis.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019