• Home
  • Turismo
  • Si aprono nuove prospettive per il settore turistico e per l’edilizia Ok della Regione al piano Parco

Si aprono nuove prospettive per il settore turistico e per l’edilizia Ok della Regione al piano Parco

di Federico Martino

VALLO DELLA LUCANIA – Approvato il piano parco: esultano i consigliere regionali salernitani Salvatore Gagliano, Donato Pica, Pasquale Marrazzo e Franco Brusco, che più di altri si sono battuti per la loro approvazione. Dopo una lunghissima attesa, di quasi 15 anni, da parte di tantissimi cittadini e amministratori risiedenti nel territorio compreso nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, e dopo una forte offensiva di sensibilizzazione politico/istituzionale svolta dal Consigliere Regionale dell’Mpa Francesco Brusco, è stato approvato in  data 24 dicembre 2009 il Piano del Parco che, in uno con la recente approvazione del Piano Casa, consente una gestione ordinata e corretta delle attività antropiche (edilizia, imprenditoriali, turistiche e agricole), in perfetta sintonia con l’ ecosistema. Per giungere a questo importantissimo risultato il Consigliere Regionale Francesco Brusco, ha inoltrato nei mesi scorsi al Governo Regionale e al Consiglio Regionale, numerose interrogazioni, note di protesta e di sollecito.
Nello specifico, l’intervento del Consigliere Brusco ha permesso, all’interno del medesimo Piano del Parco, compreso nel Piano Casa, di prevedere l’ampliamento volumetrico del 20% nelle zone C, pari a 120 mila ettari di territorio ai comuni compresi nel piano parco.

Esulta anche il consigliere regionale del Pdl Pasquale Marrazzo
Con l’approvazione del Piano del Parco,- dice Marrazzo – e con la recente approvazione del Piano Casa, che consente anche per questa parte di territorio della provincia di Salerno di avvalersi dei benefici che il Piano prevede, eccetto che per le zone A e B – ha dichiarato soddisfatto Marrazzo- il Cilento ed il Vallo di Diano escono dalla mummificazione cui erano stati relegati». Marrazzo ritiene che ora spetti "agli amministratori locali ed a quelli del Parco saper utilizzare in maniera virtuosa i due fondamentali strumenti approvati in consiglio, cercando di sfruttare nel migliore dei modi la vocazione naturale di questa incantevole zona della provincia di Salerno».

 

fonte: Il Salernitano

 

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019