Piana del Sele, strage bufali maschi: uccisi perchè non producono nulla

di Luigi Martino

di Luigi Martino

Nei giorni scorsi i volontari di Salerno Animal Save hanno trovato il corpo di un bufalino sulla spiaggia di Paestum, nei pressi della foce del fiume. È il quinto ritrovamento di questo tipo nel giro di pochi mesi. Perché? I cuccioli maschi non servono alla produzione di mozzarella di bufala e l’abbattimento ha un costo. Una storia triste, a tratti macabra, che si rinnova ogni anno sulla piana del Sele.

«Durante i nostri cleanup siamo abituati a trovare qualsiasi genere di rifiuto in prossimità delle foci, trasportati dai fiumi fino al mare, e ogni volta ci fa rabbia – scrive la pagina Marevivo onlus -. Tuttavia, guardare questo bufalino, gettato via e trascinato come se fosse uno di quei rifiuti, ci fa capire come la causa ambientalista e quella animalista siano legate indissolubilmente: i danni dell’azione dell’uomo ricadono su entrambi e non possiamo voltarci dall’altra parte».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019