• Home
  • Eventi
  • Pisacane, iniziati con un convegno gli eventi a Sapri in ricordo dello sbarco dei 300

Pisacane, iniziati con un convegno gli eventi a Sapri in ricordo dello sbarco dei 300

di Maria Emilia Cobucci

Sono iniziate ieri a Sapri le manifestazioni in ricordo dello sbarco dei 300 nella baia di Sapri e dell’importante figura di Carlo Pisacane, uno dei protagonisti della storia che portò all’unità d’Italia. Ad aprire la serie di eventi intitolati a Pisacane è stato il convegno “Mezzogiorno e paese – dalla spedizione di Sapri ai giorni nostri” dedicato allo scrittore e giornalista Alessandro Leogrande che pochi mesi prima della sua prematura scomparsa scrisse un saggio “L’altro Risorgimento” indirizzato a Carlo Pisacane.

A coordinare i lavori del convegno è stato Alfonso Andria, presidente del “Centro studi e documentazione Carlo Pisacane”. “Cominciamo questa iniziativa convegnistica – ha affermato Andria – sulla figura e l’importanza di Pisacane attraverso eccellenti esponenti e specialisti della materia e lo facciamo dedicando questo incontro alla figura di Alessandro Leogrande, giovane studioso, ricercatore, scrittore e giornalista che è venuto a mancare prematuramente”. Entusiasta della due giorni dedicata a Carlo Pisacane è apparso il Sindaco di Sapri Antonio Gentile.

“Lo sbarco di Carlo Pisacane andrebbe inquadrato dal punto di vista storico in un contesto nazionale – ha dichiarato il primo cittadino Gentile – Non è infatti solo il 164esimo anniversario dello sbarco dei 300 ma anche il 161esimo anniversario dell’unità d’Italia e Pisacane rientra a pieno titolo nei processi che hanno portato all’unità d’Italia”. Sul ricordo dello scrittore e giornalista Alessandro Leogrande importante è stato l’intervento di Cesare Pifano, Direttore del “Centro studi e documentazione Carlo Pisacane” che ha esaltato la figura di un uomo che nella sua breve vita ha scritto di mafie, di sfruttamento dei lavoratori, di negazione dei diritti civili. “Un interprete della legalità e dell’onestà culturale”, ha dichiarato Pifano. Un incontro al quale ha preso parte anche la madre di Alessandro Leogrande, onorata della dedica che la città di Sapri ha riconosciuto al figlio.



“Alessandro ricorda un pò Pisacane, sia per l’età che per lo stile di vita – ha affermato con orgoglio mamma Maria – sempre combattivo nel difendere gli oppressi e tutti coloro che erano nel bisogno. L’ultimo suo lavoro pubblicato e al quale teneva molto è stato proprio il saggio dedicato a Carlo Pisacane ma purtroppo non si è fatto in tempo a realizzare delle presentazioni ma oggi il suo ultimo lavoro verrà ricordato nel corso di questo convegno. E ne sono onorata”.

Presenti al convegno Renata De Lorenzo dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Leone Melillo dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope, Silvia Sonetti dell’ Università degli Studi di Salerno e Carmine Pinto direttore dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019