Pisciotta, cresce l’attesa per la «Maratona degli ulivi»: domenica il via

Manca poco ormai a quello che probabilmente è uno degli eventi sportivi cilentani più attesi di questo 2015. Domenica prossima, 30 agosto, verrà dato il via alla storica “Maratona degli Ulivi”, corsa podistica di 16,400 km che si sviluppa sul tratto Pisciotta – Rodio – Pisciotta. Abbiamo già parlato ampiamente nel corso dei mesi di questa corsa così importante, raccogliendo interviste e materiale interessante. A pochi giorni dall’inizio della Maratona, facciamo un riassunto.

La rinascita. La prima edizione nel 1978, l’apice nel 1989, quando alla corsa fu invitato nientedimeno che il campione azzurro Gelindo Bordin e poi la fine ad inizio anni ’90. La Maratona ha conosciuto quindi anni e anni di assenza, eccetto l’edizione disputata nel 2004. Un vero peccato per gli appassionati e anche per la storia del paese. Un giorno però l’Associazione “…E compagnia bella” di Pisciotta decide di far rivivere i fasti del passato. Mobilitandosi con grande passione e pazienza, il gruppo pisciottano è riuscito ad avere l’aiuto prezioso di Mario Scarpitta, Delegato Federale FIDAL e Presidente dell’ASD Tuttinsieme Corse del Mito”. Da subito Scarpitta ha preso a cuore le sorti della Maratona e si è mobilitato in prima persona mettendo in moto la sua esperienza e le sue grandi conoscenze che gli derivano da una carica importante. Ebbene, l’Associazione, in collaborazione con “l’ASD Running Club Atletica Camerota”, “Cilento di Corsa A.S.D.” e col sostegno di Coni e FIDAL, è riuscita ad organizzare quella che potremmo chiamare “la rinascita” della storica corsa pisciottana. Inoltre, la Maratona è entrata al vaglio del prestigioso circuito “Cilento di Corsa”, che racchiude al suo interno tutte le principali gare podistiche cilentane. Anche in questo caso la figura di Scarpitta è stata decisiva per permettere alla corsa pisciottana di essere in lizza per entrare nel suddetto circuito. Il presidente del Cilento di Corsa, Nicola Paolillo, si è da subito dichiarato entusiasta di collaborare per la realizzazione della Maratona e fatto capire che ci sono buone possibilità che la gara possa entrare a far parte del circuito.

Interviste, curiosità e materiale tecnico, ma adesso a parlare dovrà essere la strada Chi ha seguito le vicende e le varie tappe da noi affrontate saprà che nelle settimane scorse abbiamo realizzato alcune interviste. La prima è stata quella con Claudio Mautone e Claudio Caramuta, storici organizzatori della Maratona mentre nell’ultima abbiamo raccolto in esclusiva le dichiarazioni di Mario Scarpitta. Sfogliando la sezione dedicata allo sport si possono trovare anche la conferenza stampa di presentazione, alla quale eravamo presenti e il pezzo dedicato alle rassegne stampa (gentilmente forniteci da Claudio Mautone) delle edizioni passate, in particolare quella del 1989, vinta de Gelindo Bordin. Della Maratona in quegli anni fortunati, si occuparono anche la Gazzetta dello Sport, il Corriere dello Sport, Tuttosport ed altri quotidiani e riviste sportive e non. Un successo incredibile per Pisciotta, ma per tutto il Cilento in generale. 

Ai nastri di partenza sono previste circa 200 persone Gli organizzatori (primi fra tutti il Maestro Antonio Fedullo, il Dottor Antonio Mazzotti e il Dottor Giovanni Mautone) della corsa pisciottana hanno dichiarato di attendere al via circa 200 persone, con tutta probabilità anche qualcuno in più. Se così fosse la Maratona avrebbe già fatto un passo in avanti da gigante. Nelle scorse settimane ed anche in questi giorni, tastando il clima in paese abbiamo carpito che a partecipare alla gara saranno molti “turisti”, ovvero persone che hanno saputo del ritorno della Maratona e che sono ansiose di testarsi sul percorso “spaccagambe”. Oltre a molta gente del posto, ci saranno anche numerosi atleti rappresentanti di vari gruppi podistici. Una vera e propria festa per lo sport, ma non solo.

Il programma ufficiale L’incontro con gli atleti è previsto alle ore 14:30 e fino alle 16:30 si potranno ritirare i pettorali di gara. Alle 17:00 avverrà la punzonatura degli atleti, come di consueto per le gare podistiche mentre alle 17:30 ci sarà la partenza della storica Maratona degli Ulivi. All’arrivo però la giornata non sarà finita. Prima delle premiazioni infatti, ci saranno un’anguriata e un fresella party nella piazza principale del paese. Per quanto riguarda il pacco gara, ogni atleta (rientrante nei primi 250 iscritti) disporrà di una lattina di thè ed altri eventuali generi di conforto. Sul percorso di 16,400 km saranno dislocati quattro punti di ristoro, nei quali gli atleti potranno dissetarsi. I premi andranno ai primi 20 uomini classificati ed alle prime 10 donne che taglieranno il traguardo. Per quanto riguarda le categorie, saranno premiati solo i primi di ognuna di queste. In ogni caso per tutte le informazioni si può consultare il sito ufficiale della manifestazione, www.maratonadegliulivi.it o la pagina facebook ufficiale dell’evento.

Una dichiarazione molto particolare Qualche tempo fa il dottor Mazzotti, amante e profondo conoscitore dello sport, lasciò trapelare una frase: «A parer mio il record di Bordin del 1989 (49’01”) potrà essere battuto». Nei giorni scorsi invece, nel corso dell’intervista a Scarpitta, a precisa domanda il Delegato Federale Fidal rispose che “quest’anno probabilmente nessuno riuscirà a battere il record, ma in futuro sono sicuro che così come per gli altri, anche questo primato sia destinato a cadere.” Chi avrà ragione? E’ solo una delle tante particolarità e straordinarie sfaccettature di questa Maratona. Appuntamento a domenica 30 agosto. Sperando in un seguito e che questo sia ricordato come un grande inizio di una lunga storia.