Un Presepe chiamato Pisciotta

di Federico Martino

Il caratteristico borgo cilentano, noto per assumere con le luci della
sera – grazie alla sua particolare conformazione – le sembianze di un
presepe naturale, diventa per tutto il periodo natalizio un moderno
Paese-Presepe. Nel rispetto delle tradizioni, si anima con eventi
culturali, momenti eno-gastronomici, mostre, giochi per i più piccoli,
concerti classici nelle chiese e musica etno-world mediterranea nelle
varie piazzette creando un suggestivo percorso per le vie del paese.
Sarà aperto ogni sera, dalle 17 alle 20, il Castello Marchesale che
ospita l’Osservatorio Permanente delle Arti Mediterranee, il Centro
Biblioteca Culturale Biagio Pinto e, per l’occasione, la mostra di
pittura "La perdita dei valori" della giovanissima artista Nadia
Miglino. Sono previsti spettacoli e momenti di aggregazione anche
nelle frazioni: Marina di Pisciotta, Rodio e Caprioli. Dopo la Befana
l’Amministrazione Comunale ha programmato un ciclo di
incontri-dibattiti a tema – dissesto idrogeologico, disagio sociale,
organizzazione turistica, fonti energetiche alternative – per
sensibilizzare le Istituzioni su problematiche ed emergenze locali.
L’evento nasce con il patrocinio del Comune di Pisciotta (Sa), della
Provincia di Salerno e dell’EPT Salerno ed i contributi dell’Ente
Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e della Regione Campania.
L’idea è di sviluppare negli anni, destagionalizzando, un’offerta
turistico-culturale capace di attrarre visitatori attenti e desiderosi
di trascorrere un piacevole soggiorno a Pisciotta, immersi nel verde
dei secolari e tipici uliveti pisciottani che degradano sino a
fondersi col mare.
La direzione artistica è di Mauro Navarra, presidente
dell’associazione Artisti Cilentani Associati. L’organizzazione è di
Giuseppe Parente con l’associazione Zona Eventi. La comunicazione ed i
dibattiti sono affidati all’associazione Rotte Mediterranee,
presidente Lorenzo Lentini. L’organizzazione turistica curata da
Eleatica Travel di Andrea Rizzo. Partners di questa prima edizione:
Pubblimedia, Pubblitime, Guendalina Production, Private Sys Italia
soluzioni informatiche, Rete 7.

Dichiarazione del Direttore Artistico M° Mauro Navarra

“L’idea di valorizzare il borgo medievale di Pisciotta, in un ottica
di Paese-Presepe – dice il Direttore Artistico della manifestazione M°
Mauro Navarra – ci è stata offerta dalla considerazione dei tanti
turisti che alla vista dell’abitato illuminato di sera esclamano:
sembra un Presepe!. E’ questa  la migliore pubblicità che il paese può
ricevere. Se aggiungiamo la gradevole ospitalità delle strutture
ricettive e la particolarità della cucina locale, tipica della dieta
mediterranea, riteniamo che promuovere turisticamente Pisciotta come
un Presepe del 2000 può diventare motivo di successo territoriale. Da
qui la scommessa: la prima edizione di "Un Presepe chiamato Pisciotta" –
a cui ha contribuito in modo determinante l’Ente Parco Nazionale del
Cilento e Vallo di Diano e la Regione Campania – si è concretizzata in
un cartellone di eventi che ha inteso promuovere il periodo natalizio
e coinvolgere alcuni tra i principali artisti che operano sul
territorio. Ovviamente Un Presepe chiamato Pisciotta non è solo musica
e spettacolo ma anche momenti di aggregazione sociale, cultura,
dibattiti, valorizzazione di produzioni tipiche e – nell’insieme –
promozione turistica”

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019