• Home
  • Politica
  • Sospesi i licenziamenti al “Centro Le Rose”

Sospesi i licenziamenti al “Centro Le Rose”

di Federico Martino

Riceviamo e pubblichiamo una lettera riassuntiva dell’incontro tra l’assessore Provinciale del Lavoro, Anna Ferrazzano,i lavoratori, la Segreteria Provinciale CGIL, UIL e CISL FISASCAT e i rappresentanti dei comuni limitrofi.

Si è tenuto oggi il tavolo istituzionale convocato con grande tempestività dall’assessore Provinciale del Lavoro avv.Anna Ferrazzano per tentare di scongiurare il licenziamento collettivo dei 28 operatori del Centro Le Rose di Policastro Bussentino. Al tavolo insieme ai lavoratori, alla Segreteria Provinciale CGIL, UIL e CISL FISASCAT erano presenti i rappresentanti dei comuni limitrofi in qualità di parti interessate per la presenza di propri concittadini come operatori dipendenti e ospiti del centro. Nel corso dei lavori è emerso che ci sono note ispettive con esito contrastante e, pertanto, le OO.SS. e le Istituzioni presenti hanno chiesto all’assessore Ferrazzano di farsi carico di promuovere un tavolo istituzionale con l’assessorato Regionale alle Politiche Sociali e con il comune di Santa Marina affinché si possa convenire, congiuntamente, sugli adempimenti eventualmente non assolti dal Centro Le Rose e sulla possibilità di concedere un tempo congruo per l’adeguamento finalizzato alla concessione dell’autorizzazione al funzionamento quale unico strumento per consentire concretamente il mantenimento dei livelli occupazionali e dei livelli assistenziali.
Al tavolo è emerso con chiarezza la forte volontà dei comuni di non far fuggire una società, come la Multiservice Sud, che ha dimostrato un forte radicamento ed una notevole propensione agli investimenti ed al pieno rispetto dei diritti contrattuali dei lavoratori al punto che i sindaci di Torre Orsaia, Ispani e la stessa Diocesi di Teggiano hanno già messo a disposizione nuove strutture libere e pronte ad ospitare ospiti e lavoratori del Centro Le Rose.
Nonostante l’assenza, per motivi istituzionali, del sindaco di Santa Marina la Cooperativa Multiservice Sud ha preso atto dell’impegno dell’Ufficio e per esso dell’assessore Ferrazzano, ha espresso vivo apprezzamento per le parole del segretario della CGIL e, infine, ha accettato di sospendere per 90 giorni i licenziamenti fino a tutto il 30 settembre 2010 in attesa del tavolo istituzionale che sui terrà entro la prossima settimana.
I lavoratori presenti, inoltre, hanno dichiarato tutto il loro apprezzamento per l’iniziativa sindacale e per la concreta solidarietà delle istituzioni e, pertanto, confidando nell’avvio di un percorso positivo, hanno manifestato di volere rimuovere, liberamente e senza intimidazioni, striscioni e bandiere esposti nei giorni della protesta pronti, tuttavia, a riprendere ogni azione di lotta asostegno del diritto al lavoro e del diritto allo sciopero.
In conclusione pertanto le OO.SS. e amministratori intervenuti hanno espresso vivo apprezzamento per il rinvio dei licenziamenti e confidano sulla volontà comune di favorire ogni utile iniziativa per evitare in maniera definitiva ulteriore perdita di posti di lavoro nel basso Cilento.

                              FIRMATO

                        Pietro Lamberti     CGIL FP
            Pino Gaglianone        FISASCAT CISL
            Gennaro Falabella    UIL FPL
            Pierangela Meduri    assessore Sapri e PDZ F9
            Manuel Borrelli        vice sindaco Vibonati
            Pasquale Sorrentino    consigliere S.Giovanni a Piro
            Antonio Fiscina        assessore Caselle in Pittari
            Vincenzo Guida        Diocesi Teggiano

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019