• Home
  • Politica
  • Rischio idrogeologico sulle strade provinciali. Intervento su 6 tratti a rischio

Rischio idrogeologico sulle strade provinciali. Intervento su 6 tratti a rischio

di Maria Antonia Coppola


“ Su espressa indicazione del Presidente Edmondo Cirielli nel prossimo bilancio sarà considerata una maggiore allocazione di risorse finanziarie per la viabilità, per il dissesto idrogeologico, e per l’edilizia scolastica”. Lo hanno reso noto gli Assessore Giovanni Romano e Marcello Feola, alla conferenza stampa sulla prevenzione del rischio idrogeologico, legato al pericolo di smottamento dei costoni rocciosi, adiacenti le Strade Provinciali. “ La Provincia – continuano Romano e Feola- ha presentato alla Protezione Civile regionale una rilevazione istruttoria delle strade provinciali a rischio. La risposta è stata tempestiva, infatti, tre tecnici della Protezione Civile regionale, già da giorni sono sul nostro territorio, coadiuvati dai colleghi della Provincia, coordinati dal dottor Domenico Ranesi”. In seguito a questo primo rilievo sono stati identificati i tratti stradali a maggior rischio smottamento. Si tratta di 6 punti di altrettante Strade Provinciali: – SP 116: innesto 15 – Santa Lucia (Comune di Sessa Cilento) – SP 46: bivio Serramezzana – bivio San Mauro Cilento – SP 111: innesto SP46 – Vatolla – SP 267: tratto Pioppi – Casalvelino – SP 11: bivio SP 69 nel Comune di Laurino – SP 196: tratto Mercato – Ornito – Faiano (località Casone di Ornito) “ Si tratta di una nuova filosofia- concludono gli esponenti della Giunta Cirielli- quella della prevenzione. Oggi il 65 per cento delle risorse destinate alla viabilità vengono investite per il ripristino dei dissesti franosi che riguardano anche le Strade Provinciali. E’ necessario, dunque programmare gli interventi, per limitare l’endemiche emergenze”.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019