• Home
  • Cronaca
  • Sistemata la chiesa del Carmine in piazza XX Settembre

Sistemata la chiesa del Carmine in piazza XX Settembre

di Luigi Martino

L’intervento ha restituito alla chiesa del Carmine, detta anche chiesa dei Morti, il fascino perso con il tempo e a causa delle intemperie. Sono stati conclusi i lavori di somma urgenza dall’Amministrazione Comunale di Roccadaspide, retta da Girolamo Auricchio, per la sistemazione della facciata esterna che negli ultimi anni era stata trascurata fino a perdere la bellezza di un tempo.

I lavori, finanziati dalla Regione Campania per 30mila euro, hanno consentito l’eliminazione di alcuni problemi legati all’abbandono dell’edificio ma anche alle intemperie che avevano causato infiltrazioni di acqua piovana. Come si evince dalla descrizione contenuta nella relazione redatta dall’Ufficio Tecnico del Comune, ciò era dovuto al pessimo stato di conservazione dei canali di gronda e del manto di copertura, che avevano causato un’eccessiva presenza di umidità che aveva portato al sollevamento dell’intonaco della superficie esterna; fattori che rischiavano di ledere anche gli elementi decorativi sia esterni che interni.

L’urgenza dei lavori era tuttavia dettata dalla necessità di evitare pericoli sia per la pubblica incolumità – dal momento che la chiesa si trova nella piazza principale del paese – sia per evitare la dispersione di un bene storico ed architettonico di grande valore. L’intervento ha permesso la sistemazione del manto di copertura, inoltre sono state ricucite le fessure causate dall’umidità e dalle infiltrazioni, si è provveduto alla rimozione e nel rifacimento dell’intonaco danneggiato, sia interno che esterno, e alla pitturazione esterna ed interna dell’intonaco ricostruito.

“Finalmente abbiamo restituito alla comunità un luogo di culto simbolo della storia di Roccadaspide – afferma il sindaco – peraltro sono soddisfatto anche di come è stato portato a termine l’intervento, in quanto, grazie alla diligenza con cui sono stati svolti i lavori, la chiesa adesso spicca per il ritrovato fascino”. In effetti, i lavori eseguiti – i primi dopo 50 anni dall’ultimo intervento – hanno ridato bellezza all’edificio sacro, una bellezza degna del luogo in cui si trova, ossia Piazza XX Settembre, la piazza centrale della città, testimonianza principale della sua storia.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019