• Home
  • Sport
  • Rutino è Campione: Salerno k.o. in 4 set

Rutino è Campione: Salerno k.o. in 4 set

di Federico Martino


G & G VOLLEY RUTINO: Rizzo 15, Petillo 3, Cortazzo 19, Ventre 8, Chirico 6, Voria F. 7, N.e. Matarazzo L. Moschillo, Giordano, Matarazzo M. .  All. Moschillo.
PALLAVOLO SALERNO: Donnarumma C. 6, Baccaro R. 2, Torlino V. 14, Bavosa M. 9, Stanzione U. 4, Totaro F. 4,  Trucillo D. (L) , Scannapieco C. 1, Sanfelice 2. All. Panzini G.
Arbitro: Citro Giuseppe

Note: 100 spett. durata set: 15,20,19,27 Tot. 81. Rutino: battute sbagliate 11, battute vincenti 8, muri  vincenti 7, errori 8. Salerno: battute sbagliate 9, battute vincenti 3, muri vincenti 4, errori 17.
I Rutinesi conquistano il primo titolo della loro storia, trascinati da Giuseppe Cortazzo alla rimonta sui Salernitani, che si erano imposti nel primo parziale. E’ la fine di un inseguimento lungo 6 anni.
Rutino: 23 maggio 2010 – E la favola è diventata realtà. Rutino si aggiudica per la prima volta il campionato provinciale di pallavolo II divisone maschile da matricola battendo la più blasonata Pallavolo Salerno e facendo esultare i 100 e oltre tifosi presenti nella Palestra Comunale del piccolo centro Cilentano (meno di 1000 abitanti). Lo fa contro l’avversario più difficile, Salerno (battuta 3-1 con i parziali di 22/25 – 25/20  – 25/21 – 25/22), l’unica squadra che aveva tenuto il passo per tutta la stagione e che aveva iniziato questa partita con il passo di chi non vuole lasciare nulla agli altri. Ma dall’altra parte della rete si è trovato di fronte, su tutti, Giuseppe Cortazzo, in formato spaziale, che alla seconda stagione personale è stato decisivo a  pilotare Rutino verso la vittoria del campionato, dopo 6 anni di campionati provinciali e tante stagioni ai vertici.
Mister Moschillo può schierare la formazione tipo con Petillo in regia, Chirico opposto, schiacciatori Rizzo e Ventre e centrali Voria e Cortazzo. Nel primo set sostanziale equilibrio fino al 23 – 20 per i padroni di casa, quando Salerno con Bavosa dalla zona di battuta, infila cinque battute vincenti affossando ogni idea rutinese di reagire e aggiudicandosi il primo set con il parziale di 25 – 23.
 Sembra quasi la stessa storia nel secondo, ma sull’8-6 la G & G Volley Rutino registra il muro con Cortazzo e Voria,  fermano in più di un’occasione gli attaccanti di Salerno e con la battuta di Rizzo conquista il break che si rivela decisivo aggiudicandosi il secondo set (25 – 20) e pareggiando il conto: 1-1.
Ci crede anche la squadra di Rutino adesso che continua a mettere sotto pressione Salerno. Le certezze dei Salernitani vacillano, in difesa salgono le quotazioni di Ventre e Chirico che rispondono sempre presente agli attacchi degli ospiti, il regista Petillo sposta il gioco prevalentemente su Rizzo e Cortazzo (ultimo dei prodotti del vivaio rutinese) che reggono la responsabilità, mentre sotto rete è sempre più difficile scavalcare il muro dei padroni di casa. Con percentuali incredibili in attacco il terzo set se l’aggiudica la G & G Volley Rutino con il punteggio di 25 – 21.
E’ un’altra finale ancora nel quarto set, le due squadre stanno appiccicate, non si mollano, sanno che è arrivato il momento decisivo non solo della partita, ma di tutto il campionato. Rutino  però, ha più energia, Salerno forse paga anche l’usura di una stagione lunghissima e massacrante. Proprio sul più bello, quando Salerno lo aveva già sentito suo, deve lasciare spazio all’entusiasmo e alla “novità” Rutino (25 – 22), che porta per la prima volta il titolo nel Cilento. Finisce con la tifoseria di Rutino in delirio e Cortazzo (grande protagonista di questo successo) a incitare i suoi supporter dal campo. La festa può cominciare.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019