Sala Consilina, appello del sindaco: «Se siete positivi al Coronavirus, dichiaratelo»

di Pasquale Sorrentino

L’appello del sindaco di Sala Consilina, Francesco Cavallone, sui social network è un richiamo al buon senso. Chiede «a chi, non volendo, senza colpa alcuna e sfortunatamente ha contratto il Covid-19 e ai loro familiari a dichiarare o ad autorizzare noi a dirlo, di essere i malcapitati».

Spiega che «lo hanno fatto del resto tanti personaggi famosi che stanno superando il tutto e stanno bene: Dybala, Maldini, Placido Domingo, Nicola Zingaretti, Edmondo Cirielli, Giuliana De Sio e tanti tanti altri, a riprova che purtroppo sta diventando la normalità». Come «lo stesso vicesindaco di Auletta, al quale vanno i nostri migliori auguri di una pronta guarigione, lo ha pubblicamente dichiarato, perchè ama il suo paese e vuole aiutarlo».

Per il sindaco è necessario farlo. «Perché ricostruire la catena dei contatti avuti è fondamentale per arginare l’epidemia ed uscire da questo incubo, ma è anche pressochè impossibile a meno che ognuno di noi non capisca, quindi sappia,se con un nostro concittadino ha avuto un normalissimo contatto, che sia una stretta di mano o un caffè al bar. Ognuno di noi può contrarlo,ognuno di noi. Anche noi che ora siamo qui a scrivere potremmo averlo contratto, essere asintomatici e, non sapendolo, contagiare le persone con le quali entriamo in contatto,alla Posta,in Banca,al supermercato. E’ una semplice chiarezza che fa bene ai nostri genitori, ai nostri nonni, figli e nipoti. Ed è un atto di Amore e rispetto nei confronti di un’intera comunità che sta lottando come tante. Abbiamo oramai tutti noi gli strumenti per capire che il Covid-19 è un virus dal quale si può guarire totalmente. E’ in gioco la salute di migliaia di persone», conclude.

©Riproduzione riservata