• Home
  • Cronaca
  • Blitz antidroga, fermato traffico tra il napoletano e il Vallo di Diano

Blitz antidroga, fermato traffico tra il napoletano e il Vallo di Diano

di Ermanno Forte

I carabinieri del comando di Sala Consilina, dopo un’articolata operazione investigativa denominata "Cross", alle prime luci dell’alba hanno dato esecuzione ad un’ ordinanza di custodia cautelare emessa – su richiesta della Procura della Repubblica di Sala Consilina – dal gip del Tribunale locale, con conseguenti perquisizioni domiciliari, effettuate nei comuni di Sala Consilina, Sassano, Pomigliano d’Arco, Giugliano in Campania e Napoli.
Nello specifico, si tratta di una indagine iniziata nel 2008, dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile. 19 sono le persone indagate, di cui 14 residenti nel Vallo di Diano. L’operazione ha già portato, tra il 2008 ed il 2009, all’arresto di 10 persone ed al sequestro di oltre 100 grammi di cocaina e quasi 200 di hashish, oltre a una decina di cartucce per pistola ed una pistola semiautomatica.
Tutto era iniziato quando i carabinieri, a febbraio di quell’anno, dopo una serie di appostamenti nei pressi del bar My World di Sassano, individuarono alcuni "pusher" residenti nel Vallo di Diano, i quali avevano contatti con soggetti di Giugliano in Campania e Pomigliano D’Arco. Questi li rifornivano periodicamente di hashish e cocaina.
Nel corso della indagine vennero eseguiti anche numerosi sequestri di droga che veniva acquistata in diverse zone del napoletano e poi veniva smerciata a Sala Consilina, Polla e Sassano. Il traffico era gestito principalmente da due soggetti di Giugliano in Campania, uno dei quali, Mario Castaldo, fu arrestato gìà nel gennaio del 2009 ad Atena Lucana, beccato con 16 grammi di cocaina e 2 cartucce per pistola. Anche Antonino Carillo, oggi agli arresti domiciliari, noto imprenditore nel settore delle "slot machine" di Polla, fu arrestato già nel corso della operazione effettuata oltre un anno fa, quando all’interno dei locali della sua società vennero trovati 40 grammi di hashish, 2 grammi di marijuana, 7 proiettili ed una pistola illegalmente detenuta.
Non meglio era andata a Giuseppe Lisa, 49enne di Sassano, che alla fine di febbraio del 2009 venne fermato insieme alla moglie, di ritorno da Napoli, con 16 grammi di cocaina. Ora è di nuovo agli arresti.
Gli altri fermati, sottoposti a misure di custodia, sono Mario Fummo, 59enne di Pomigliano D’Arco, e Sebastian Granata, 29enne di Sala Consilina. I due hanno l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
Per Antonio D’Alterio, invece, prevista la custodia cautelare nel carcere di Secondigliano.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019