• Home
  • Cronaca
  • San Mauro Cilento esclusa dalla Fee, niente Bandiera Blu. Sindaco: «Ecco i motivi»

San Mauro Cilento esclusa dalla Fee, niente Bandiera Blu. Sindaco: «Ecco i motivi»

di Luigi Martino

Come ogni anno i giorni che succedono la cerimonia di premiazione della Bandiera Blu, sono sempre ricchi di polemiche, da un lato e dall’altro. Sapri e San Mauro Cilento sono le due località del comprensorio che quest’anno non hanno conseguito il vessillo. Il Comune del Golfo di Policastro, guidato da Antonio Gentile, ha già annunciato ricorso. Giuseppe Cilento, primo cittadino del Comune di San Mauro Cilento, invece, ha scritto una lunga lettera che è stata affidata ai social e alla stampa. La riportiamo di seguito integralmente.

Il sottoscritto Giuseppe Cilento, sindaco del comune di San Mauro Cilento, considerato che il comune suddetto non è riuscito a presentare nei termini prescritti la documentazione per ottenere la Bandiera Blu, per assenza del personale comunale addetto; tale problema è stato evidenziato alla FEE con lettera del 22/12/2021, a cui non abbiamo avuto risposta, nonostante ulteriore nota successiva di approfondimento, segnala, ad ogni buon fine, che gli standard previsti per l’ottenimento della Bandiera Blu dell’anno 2022 sono stati non solo mantenuti, ma anche migliorati, sotto i seguenti profili di rilievo regionale e nazionale:

  • FASCIA COSTIERA MARINA DI MEZZATORRE
    acque di balneazione qualificate “eccellenti” dall’ARPAC (delibere Giunta regionale N. 119 del 23/03/2021 3 N.151 del 30/03/22) lungo l’intero litorale del comune, con la conseguente totale balneabilità, caratteristica unica a livello regionale delle nostre acque, anche per effetto della condivisione del sistema depurativo con il Comune di Pollica;
    spiaggia di Mezzatorre in espansione (altrove è in erosione e decremento) per effetto di una politica unica a livello regionale, tesa a migliorare l’apporto terrigeno lungo la costa con la protezione del corso dei torrenti e dei canali;
    rifacimento di un tratto fognario costiero con rivestimento in pietra e consolidamento della condotta con palificazione;
    miglioramento dell’accesso alla spiaggia con discesa in griglia metallica per le persone diversamente abili;
    deposizione di uova di tartaruga sulla spiaggia di Mezzatorre e collaborazione con il Centro Anton Dohrn di Napoli, Legambiente e volontari Enpa;
    Impeccabile servizio di pulizia spiaggia e ampia e rafforzata dotazione di servizi di smaltimento differenziato dei rifiuti, che ci ha fatto conseguire il premio comuni ricicloni;
  • RISPARMIO ED EFFICIENTAMENTO ENEGETICO
    installazione di lampioni a led in tutto il territorio comunale;
    installazione di pannelli solari sul tetto del comune con produzione di circa 9.000 KW in poco più di tre mesi invernali;
    istallazione di pompa di calore a servizio del Municipio;
  • EDUCAZIONE AMBIENTALE
    collaborazione proficua con la cooperativa agricola “Nuovo Cilento”, l’Università di Salerno e di Napoli, il CREA di Pontecagnano, l’Istituto Scolastico Comprensivo di Pollica (con visita INDIRE, massimo organismo ricerca MIUR ) per l’educazione sensoriale, le conoscenze erboristiche, il compostaggio, il tea di compost, la lombricoltura in agricoltura, con risultati unici a livello nazionale;
    partecipazione a spiagge sicure;
    collaborazione con l’Università di Salerno e il CREA di Pontecagnano per il recupero delle architetture delle antiche sorgenti e per la creazione di barriere vegetali antierosione nei terreni agricoli;
    censimento degli antichi frantoi in legno (N.20), creazione del relativo percorso turistico e approvazione del progetto di riqualificazione;
  • MIGLIORAMENTO SERVIZI
    unificazione dell’asilo comunale alle scuole elementari, creazione dell’orto didattico, attivazione di una nuova mensa scolastica con cucina completamente rinnovata con fornelli a induzione, impianti automatizzati di riciclo dell’aria, servizi igienici;
    ottenimento di una Compostiera di Comunità della Regione Campania e di una Mangiaplastica del Ministero dell’Ambiente;
    istallazione di 2 POS di Poste Italiane presso gli uffici comunali per il pagamento tributi;
    trasferimento dei locali e miglioramento delle strutture della guardia medica (in fase di completamento);
    realizzazione di un Infopoint per la rigenerazione dell’identità culturale, in fase di appalto, in collaborazione con il FLAG Cilento Mare Blu;
    estensione rete fibra ottica con TIM (progetto completato) e INFRATEL (progetto di prossima esecuzione);
    miglioramento della biblioteca comunale (in fase di assegnazione lavori);
    miglioramento del servizio idrico con ottenimento di ingenti finanziamenti a favore di Consac a seguito di numerose iniziative pubbliche, di cui il comune di San Mauro Cilento è stato capofila;
  • RICONOSCIMENTI
    Cinque Vele di Legambiente 2021;
    Premio Comune Rifiuti Free 2021 di Legambiente Comuni Ricicloni Campania;
    inserimento nel progetto comuni UNESCO da parte Ministero del Turismo;
    iscrizione del Carnevale Sammaurese nell’IPIC della Regione Campania e candidatura UNESCO.

Il procedimento per l’ottenimento della Bandiera Blu si poggia su aspetti essenzialmente burocratici a cura dei Comuni, meno su un rilievo dei fatti e delle effettive situazioni. Sottolineiamo, anzi, che abbiamo risparmiato anche sui costi di una eventuale consulenza per la redazione del progetto per la Bandiera Blu.

Pubblichiamo questi risultati di grande rilievo imparagonabili, a cui il nostro piccolissimo comune di soli 870 abitanti attivamente partecipa, non per difendere l’amministrazione comunale, che si è dovuta impegnare a far fronte e a risolvere difficoltà inenarrabili. Tanto era dovuto per difendere l’immagine del Paese e dei suoi impareggiabili operatori agricoli e turistici. Non ci è stato tolto nulla, abbiamo avuto solo problemi burocratici.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019