Sanza, non ci sarà la processione della Madonna della Neve sul Cervati

334
Infante viaggi

Una decisione dolorosa ma anche un atto di responsabilità, da parte del parroco, don Giuseppe Spinelli, e del Priore dell’Arciconfraternita Maria SS della Neve, Antonio Laveglia, in un periodo storico ancora difficile a causa dell’emergenza Covid-19. Sanza dovrà rinunciare al pellegrinaggio della Madonna della Neve sul Cervati che si svolge ogni anno il 26 luglio.

La decisione assunta è stata comunicata anche al sindaco di Sanza, Vittorio Esposito che ha affermato: «Prendiamo atto della decisione sofferta da parte del nostro Parroco e dei confratelli di Maria SS della Neve, rispettosi del loro volere e consapevoli che l’emergenza Covid ha stravolto le nostre abitudini e le nostre antiche tradizioni, viviamo insieme la sofferenza di questa decisione che è legittima e rispettosa delle norme».

  • assicurazioni assitur

«Abbiamo lavorato in queste settimane per trovare una soluzione che potesse consentire lo svolgimento del pellegrinaggio in sicurezza. Lo stesso Prefetto di Salerno, Russo, da noi interpellato, ha ritenuto che la complessità del rito con i portatori e centinaia di fedeli che seguono la Statua della Madonna, può rappresentare momento di assembramento di persone con la concreta possibilità di eventuale contagio se in presenza di soggetti, anche asintomatici, portatori del covid. Dunque invito i miei concittadini al rigoroso rispetto delle volontà espresse dal Parroco e dall’Arciconfraternita, riconoscendo loro l’onere della decisione. La nostra è una comunità che vive in simbiosi con la fede e la devozione per la Madonna della Neve, sono certo che supereremo questo momento e ci ritroveremo il prossimo anno ad onorare la Vergine Maria con uno spirito di fede rinnovato», ha concluso il sindaco Esposito.

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro