Sanza, riapre il santuario della Madonna della Neve sulla vetta più alta della Campania

Infante viaggi

di Pasquale Sorrentino

La decisione è presa, anche il vescovo della Diocesi di Teggiano Policastro, Padre Antonio De Luca, domenica 7 giugno sarà al Santuario della Madonna della Neve sul Monte Cervati a Sanza, la vetta più alta della Campania con i suoi 1.900 metri circa, per la riapertura. La riapertura avverrà nel rispetto delle norme sanitarie e del memorandum della Diocesi di Teggiano-Policastro, per poter venerare la Vergine Santa e implorare la sua protezione e benedizione.

All’apertura ufficiale, alle 11 di domenica prossima, presiederà il vescovo padre Antonio De Luca. Ci sarà il commovente momento dello svelamento della statua nella grotta, l’intronizzazione del quadro della Madonna e la celebrazione della Santa Messa all’aperto davanti al santuario montano. Per l’Arciconfraternita della Madonna della Neve l’apertura del santuario è motivo di gioia e di preghiera, ma non è una festa nè una processione quindi bisogna evitare assembramenti e utilizzare sempre la distanza fisica di 1,5 metro se in movimento o di 1 metro se fermi.

  • Vea ricambi Bellizzi

Saranno adottate tutte le misure indicate per le celebrazioni eucaristiche col popolo: niente acquasanta, niente strette di mano o scambio di pace e comunione in mano. Il santuario mariano del Cervati è un luogo di culto ultramillenario che ricade nel territorio del Comune di Sanza, la cui chiesa madre custodisce la statua della Madonna per tutto l’anno tranne il periodo in cui, tra luglio e agosto, viene condotta sul Monte per la venerazione. Per i fedeli che saliranno in vetta si ricorda che non si potrà entrare nè nella cappella e nemmeno nella grotta. Il saluto potrà essere fatto all’ingresso. Per le successive visite al santuario è consigliata la prenotazione al numero 324.99.15.472

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur