Sapri, il presepe in chiesa ai tempi del Covid: tutti indossano le mascherine

di Mar. Val.

E’ stato realizzato con la lana da tante mani laboriose in questi mesi di restrizioni. E’ il presepe dell’associazione A.T.E.S. Associazione Terza Età Spigolatrice che ha raggiunto la Chiesa dell’Immacolata di Sapri dopo essere partito dalla chiesa del Timpone dopo la benedizione del parroco, don Nicola. Resterà nella chiesa di piazza Plebiscito per poi proseguire verso altre tappe.

Il Natale ormai alle porte è segnato nel profondo dall’emergenza sanitaria in corso, tra zone rosse, divieti imposti dai Dcpm ai cenoni e messe della vigilia celebrate in anticipo rispetto alla mezzanotte.

Per l’associazione Ates il senso religioso e spirituale deve essere riscoperto e messo in primo piano. Ed ecco che nel presepe, allestito all’interno della chiesa Immacolata, tutti i personaggi indossano le mascherine. Anche gli infermieri. A raccontarlo è un suggestivo video realizzato da Cilendroni in collaborazione con A.T.E.S. Associazione Terza Età Spigolatrice.

La voce narrante è quella di Gesù bambino: «Dalla mia culletta vi guardo e mi sembrate strani con le mascherine sul volto. Nasco davanti ad una chiesetta, vedo attorno alla mia culla anche dei medici, nelle loro mani quell’ossigeno che in questi mesi è servito a tante persone». «Grazie a chi durante questa pandemia si è prodigato, a chi ha lottato senza paura. Ogni gesto compiuto ad un malato è come se l’aveste fatto a me».

©Riproduzione riservata