Scuola Campania, presidenti istituti contro ordinanze: «Basta chiusure illegittime»

di Luigi Martino

Pugno duro del Coordinamento dei presidenti dei consigli d’istituto della Campania contro le ordinanze locali emesse senza evidenza scientifica. «Per ogni provvedimento che riterremo inopportuno e illegittimo ci appelleremo al Ministro degli Interni e ai Prefetti competenti affinché vengano ritirati».

A parlare è il coordinatore e portavoce Almerico Ippoliti che ha già firmato lettere che chiedono la revoca delle ordinanza di chiusura delle scuole di Avellino e Scafati: «In entrambi i casi – spiega – i primi cittadini hanno sospeso la didattica in presenza senza alcun dato che attesti che la scuola abbia causato una diffusione del virus».

Per i presidenti delle scuole campane il diritto allo studio non è subalterno al diritto alla salute, e tutti gli organi amministrativi competenti sono chiamati a garantire il rispetto e l’affermazione di tali diritti. «In caso contrario – precisa Ippoliti – si rischia di venir meno al proprio ruolo istituzionale».

«A Scafati e ad Avellino – aggiunge – le scuole sono state chiuse senza un effettivo pericolo per gli studenti». Per il coordinamento gli amministratori continuano ad usare la chiusura delle scuole per evitare i controlli anti assembramenti e mascherare i ritardi nel potenziamento dei trasporti scolastici. 

©Riproduzione riservata