• Home
  • Sport
  • Prima sconfitta per la Puntotel Sala Consilina. Le biancorosse sono ancora prime

Prima sconfitta per la Puntotel Sala Consilina. Le biancorosse sono ancora prime

di Luigi Martino

Dopo diciotto vittorie consecutive, dunque, in Abruzzo il Sala Consilina perde il record di imbattibilità, un record che durava da inizio campionato. Le ragazze di Iannarella, battute per 3-2,  hanno, comunque, conquistato un importante punto grazie al quale restano in testa alla classifica ad una sola lunghezza di distanza dalla seconda, il Divino Amore Roma, che però ha disputato una partita in più rispetto alle salesi.
Ritornando alla gara, il Sala Consilina si è presentato in Abruzzo con una formazione rimaneggiata. Mister Iannarella ha dovuto rinunciare a due pedine fondamentali del suo scacchiere tecnico-tattico, ovvero a Paola Felicetti (assente per gravi motivi di famiglia) e a Viviana Vincenti (ferma per un forte attacco influenzale). Malgrado ciò le bianco rosse si sono comportate bene in campo, confermandosi squadra compatta, grintosa e di carattere.
La cronaca della partita racconta di un match molto spettacolare in cui le due squadre si sono affrontate a viso aperto regalando tantissime emozioni agli spettatori presenti sulle gradinate. 25/18, 19/25, 20/ 25, 25/23, 16/14,  i parziali della gara, iniziata con + 4 a favore delle padrone di casa che aggrediscono e sorprendono le salesi entrate in campo troppo tese. Il primo set scivola a favore del Manoppello che riesce a conservare i punti di vantaggio acquisiti, appunto, sin dalle prime battute. Nella seconda frazione di gioco la capolista si sveglia e comincia a macinare il suo solito gioco sino a vincere il set senza grosse difficoltà. Stessa musica anche nella terza frazione della gara: le padrone di casa subiscono ancora. La Puntotel si porta sul 2-1 facendo sognare i circa cento tifosi giunti da Sala Consilina per sostenere le proprie beniamine. Nel quarto set, poi, le due squadre si danno dura battaglia ed il Sala Consilina riesce a portarsi in vantaggio 20 a 15. A questo punto, però, arriva la reazione delle padrone di casa che, complice un inspiegabile black-out delle bianco rosse, riescono a recuperare lo svantaggio e a vincere il set approdando al tie break. La Puntotel si porta subito  in vantaggio per 6-2. Ma poi  il sestetto salese si fa rimontare dalle padrone di casa che poi riescono ad aggiudicarsi il match.
“E’ stata una partita giocata bene da entrambe le compagini, dice mister Iannarella. Alla fine ha vinto la squadra che ha meritato di più. La sconfitta, in ogni caso, non pregiudica  il prosieguo del nostro campionato. Continueremo la nostra corsa tranquillamente”, conclude il coach salese.
Intanto a Manoppello si è assistito ad un bellissimo spettacolo anche sugli spalti con le due tifoserie che si sono sfidate con cori e splendide coreografie. A sostenere la Puntotel un centinaio di tifosi che hanno affrontato la lunghissima trasferta: “Siamo dispiaciuti, dice Salvatore, il capo ultras, per il risultato finale, ma tutte le nostre ragazze hanno dato il massimo e quindi meritano un grosso applauso. Siamo convinti però che, se la nostra squadra era al completo, il risultato sarebbe stato sicuramente a nostro favore”.
Per la cronaca va detto che sugli spalti del Palazzetto di Manoppello, a fine gara, le due tifoserie si sono strette in unico abbraccio intorno alle atlete in campo, esaltando così i veri valori dello sport.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019