• Home
  • Cronaca
  • Al via il processo contro la suora accusata di abusi sessuali sui bambini del Santa Teresa

Al via il processo contro la suora accusata di abusi sessuali sui bambini del Santa Teresa

di Redazione

Dopo diversi rinvii, si apre oggi al Tribunale di Vallo della Lucania l’atteso processo che vede alla sbarra Suor Soledad, la suora peruviana accusata di atti sessuali su minori. Il collegio penale sarà presieduto da Elisabetta Garzo, insediatasi ufficialmente ieri con la cerimonia celebrata nell’aula dedicata a Falcone e Borsellino.

Secondo l’accusa, la donna avrebbe abusato di decine di bambini che frequentavano l’istituto religioso Santa Teresa, quando i piccoli alunni avevano tra i 3 e i 5 anni. Per quanto riguarda il cosiddetto secondo filone processuale, risultano tra gli imputati altre quattro persone: un muratore, accusato anch’egli di atti sessuali sui bambini, in concorso con la suora peruviana; un fotografo che sarà processato per pedopornografia e altre due suore dell’isituto, imputate per favoreggiamento poichè avrebbero ostacolato le indagini sulla condotta di Suor Soledad. Con ogni probabilità il procedimento nei confronti del muratore sarà unito a quello di Suor Soledad.

Il processo si preannuncia lungo e complesso, soprattutto tenendo presente il gran numero di testimoni e periti che dovranno contribuire alla delineazione di ciò che è realmente accaduto. La vicenda, sebbene ricordi molto da vicino quella ben più nota di Rignano Flaminio, non è molto conosciuta e di rado è stata raccontata nella sua evoluzione. A Vallo della Lucania se ne parla poco; e spesso, nell’opinione pubblica locale, è emerso un certo grado di scetticismo. Ciò è emerso pure dalla puntata del 30 novembre scorso di "Mi manda rai tre", in cui è stata raccontata la vicenda delle presunte molestie; in quell’occasione sono state proposte pure le testimonianze di alcuni genitori dei bambini che avrebbero subito atti sessuali da Suor Soledad e dal muratore. E hanno parlato pure gli avvocati degli imputati, impostando la loro versione difensiva su ipotesi di "psicosi collettiva" o "contagio collettivo".

 

Ecco il link per visionare la puntata di "Mi manda rai tre" riguardante il "caso Soledad":

 


 

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019