Capaccio, rinvenuti reperti storici dal valore di 500mila euro. Denunciato 61enne del posto

Gli uomini della stazione dei carabinieri di Capaccio Scalo, nel pomeriggio di ieri, dopo una lunga indagine investigativa, hanno fatto irruzione presso l’abitazione proprietà di un 61enne del posto. I militari hanno denunciato in stato di libertà M. S., che celeva all’interno di un deposito agricolo, vecchi reperti per un valore di 500mila euro. Si tratta di due metope affrescate, appartenenti ad una tomba greca risalente al quinto secolo a.C. e raffiguranti una scena funebre.

Risultano essere reperti autentici e l’uomo avrebbe potuto venderli sul mercato nero senza pensarci due volte. Gli stessi, previi accordi con l’autorità giudiziaria, sono stati consegnati al Museo di Paestum.