• Home
  • Sport
  • Il Sapri scherza con il Castrovillari. Pokerissimo per i padroni di casa

Il Sapri scherza con il Castrovillari. Pokerissimo per i padroni di casa

di Luigi Martino

Brutta sconfitta per il Castrovillari di Giovinazzo che al campo ‘Italia’ di Sapri incappa in una sconfitta pesantissima subendo, di fatto, l’aggancio dell’Acicatena (0-0 a Palazzolo) al penultimo posto in classifica. Una gara davvero brutta, quella dei calabresi, che dopo soli trentasei secondi erano già sotto di una rete grazie al giovane attaccante saprese Santaniello abile a battere Raviotta in uscita su servizio di Cianni. E nel primo quarto d’ora di gioco altre due reti dai padroni di casa: la prima al 7’, grazie ad Ancione e la seconda al 14’ ancora con Santaniello. Un avvio shock che ha costretto Giovinazzo a modificare già al 24’ del primo tempo il proprio schieramento iniziale: il giovane tecnico rossonero ha tolto un difensore, Salvatore Greco, per inserire un giocatore dalle caratteristiche più offensive, Barrotti, che però non lascerà il segno per tutto l’arco del match. Ma al minuto numero 29, arriva il quarto gol dei padroni di casa: Ferraro mette al centro un pallone innocuo che prima di carambolare dalle parti dell’incredulo attaccante saprese Impallari tocca almeno quattro giocatori della difesa dei calabresi che non riescono però a rinviarlo con forza e decisione in avanti. Un primo tempo disastroso, quello dei calabresi, che sono finiti anche al centro di una piccola contestazione da parte dei cinquanta temerari che hanno sfidato il freddo per giungere a Sapri. Alcuni di loro, per la delusione, hanno abbandonato l’impianto saprese già nell’intervallo. Una rete effimera, quella del Castrovillari, che al 20’ rischia di subire il quinto gol che però arriva puntualmente al 23’, grazie ad Ancione, bravo a mettere in rete da posizione comoda un assist al bacio servitogli da Impallari. Il 5-1 spegne definitivamente l’orgoglio dei calabresi. Un ko davvero pesante per il Castrovillari, che ora dovrà guardare ai prossimi impegni per cercare punti salvezza.

 

 

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019