Soffoca badante, arrestato 50enne

Nella mattinata, ad Altavilla Silentina, i carabinieri di Eboli hanno arrestato – su ordine della magistratura – un 50enne del posto, ritenuto il responsabile della morte di Snejana Bunaclea, la badante moldava di 43 anni rinvenuta lo scorso 5 marzo priva di vita all’interno di una vasca da bagno nell’abitazione dove, solo pochi mesi prima, aveva trovato alloggio ed impiego per prendersi cura di un’anziana signora.

L’uomo, incensurato, figlio dell’anziana signora, è stato prelevato questa mattina dalla casa dove gli inquirenti ritengono che, per motivi passionali, «abbia ucciso la donna la scorsa primavera» e, dopo una breve sosta in caserma per le operazioni di foto-segnalamento, è stato accompagnato in carcere, a Fuorni. Nei prossimi giorni il gip del tribunale di Salerno convocherà il 50enne per il primo interrogatorio.

In un primo momento si era pensata ad una morte naturale della donna. In fase di indagini è stato lo stesso 50enne a rimarcare presunti problemi di salute della badante. Ipotesi infondate. Per gli inquirenti si tratta solo di un tentativo di depistaggio non andato a buon fine. La salma e l’immobile, nel giorno stesso dell’omicidio, furono sottoposti a sequestro. L’esame autoptico confermò che si era trattato di un omicidio e non di una morta accidentale o naturale. L’autopsia, inoltre, ha dato maggiore concretezza all’ipotesi di un omicidio d’impeto, che sarebbe avvenuto con movente di tipo passionale.