«Solo propaganda e narcisismo», il manifesto contro l’amministrazione di San Giovanni a Piro

E’ polemica a San Giovanni a Piro nei confronti dell’amministrazione comunale. Prova ne è il manifesto affisso nei giorni scorsi a San Giovanni a Piro e nelle frazioni Scario e Bosco dal contenuto critico nei confronti dell’amministrazione del sindaco Palazzo. Una mossa, però, finita con una serie di multe perché il manifesto – che porta la firma di Sostenitori della Primula – in realtà per legge è irregolare perché mancava il nome della tipografia che l’aveva stampato. Nel documento al vetriolo si accusa la maggioranza di «propaganda e narcisismo» sul Puc. «Complimenti all’amministrazione comunale in carica che in soli due anni è riuscita a redigere ed approvare il tanto atteso strumento urbanistico comunale. Non sarà però l’ingiustificato e scorretto trionfalismo dei politici locali – si legge a cancellare i meriti della precedente amministrazione, che con un lavoro istruttorio ciclopico ha consentito di arrivare ad un risultato storico. Nasconderlo, sperando che ciò si dimentichi, rappresenta una squallida quanto inutile caduta di stile». 

«Incomprensibili tra l’altro – si legge ancora – appaiono alcune scelte interamente addebitabili alla odierna amministrazione, rea di avere speso due anni per approtare correzioni ad un piano già adottato e pubblicato sul Burc. Correzioni che destano nella collettività molti sospetti e che meriterebbero approfondimenti e chiarimenti, per capire se qualcuno trarrà vantaggio dalla nuova distribuzione delle cubature ai fini residenziali e non. Non saranno i pochi eletti?». 

Poi, si legge ancora nel manifesto della minoranza «Come mai il sindaco e qualche altro consigliere al momento della votazione hanno abbandonato l’aula? Quale era l’interesse personale che creava l’incompatibilità? E la famigerata crescita zero tanto sbandierata (ammesso che sia un valore aggiunto), come si concilia con le reali previsioni del Puc?». E aggiungono: «I fatti, oggettivi ed inequivocabili, mostrano un’amministrazione affetta da un morboso narcisismo, ossessionata dalla ribalta mediatica, che si autoalimenta di un entusiasmo del tutto evanescente, figlio del propagandismo, che sembra quasi non accorgersi che la situazione economica e sociale della nostra collettività in questi due anni è sostanzialmente peggiorata». Poi in conclusione: «Abbandonate i vostri programmi basati sul nulla o meglio sull’individualismo e cominciate a lavorare seriamente per la gente perché finora avete solo perso tempo prezioso». 

«C’è poco da commentare – dichiara il sindaco Ferdinando Palazzo al giornale del Cilento – Noi pensiamo a lavorare a ai fatti». 

©Riproduzione riservata