Spiagge, ad Agropoli, Castellabate e Pollica: friubilità libera e sostenibile

358
Infante viaggi

di Antonio Vuolo

Corretta informazione e responsabilizzazione da parte dei fruitori. Sono i due paradigmi sui quali si fonderà la gestione delle spiagge libere nei comuni di Agropoli, Castellabate e Pollica. Le misure intraprese, in linea con l’ordinanza regionale sulla gestione delle spiagge libere, sono state illustrate stamane in conferenza stampa, a Castellabate, dal primo cittadino di Benvenuti al Sud, Costabile Spinelli, e dai colleghi di Agropoli e Pollica, Adamo Coppola e Stefano Pisani. «La spiaggia libera resterà tale», ha esordito Spinelli, precisando come «la prenotazione non sarà più necessaria».

Di fatto, le spiagge libere saranno mappate e le postazioni segnalate con dei sacchetti di juta, mentre attraverso l’app YourBeach i turisti potranno avere info sui comportamenti da seguire in spiaggia e quali sono le spiagge disponibili.

  • Vea ricambi Bellizzi

«In primo luogo, non sarà necessaria la prenotazione per accedere in spiaggia, ma conserveremo la nostra app, che presenteremo a giorni – ha aggiunto Coppola – Questa sarà un utile strumento per informare in merito i turisti e non solo in merito alla vivibilità del nostro litorale».

Ad Agropoli, infatti, sarà addirittura possibile sapere in tempo reale, attraverso il monitoraggio degli arenili, dove c’è più gente e dove meno gente, così da poter scegliere in quale arenile andare, evitando assembramenti. Stessa linea anche per il Comune di Pollica che segnalerà i posti in spiaggia con dei tubi di plastica riciclata. «Il Covid-19 – ha concluso Pisani – deve darci la possibilità di avere una fruibilità sostenibile delle spiagge libere che rappresentano un bene pubblico, per cui da proteggere e tutelare».

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi