Spira, ultimo segretario di Angelo Vassallo: «La nostra storia» | VIDEO

Gerardo Spira, un frame dell'intervista - © Luigi Martino

di Luigi Martino

«E io mi chiedo sempre perchè». Gerardo Spira, storico segretario comunale di Angelo Vassallo, ha gli occhi stanchi e da oltre dieci anni è alla continua ricerca di un pezzo della sua vita. Qualcuno gliel’ha rubato per sempre il 5 settembre del 2010. Era buio, lungo una stradina che da Acciaroli conduce alle altre frazioni del comune di Pollica.

Il sindaco-pescatore venne ucciso con 9 colpi di pistola. Le mani restano ignote. «Sulla tomba di Angelo Vassallo non c’è ancora il nome di chi lo ha ammazzato» racconta Spira. «Lavoravo, Angelo mi venne a cercare». La loro storia parte da qui, dal primo giorno che i loro sguardi si sono incrociati. Fino a quella maledetta notte: «Erano le 2, se ricordo bene, squillò il telefono: hanno sparato ad Angelo».

In mezzo ad un oceano di depistaggi, notti insonne, disegni, supposizioni, silenzi e paure, le vie che portano alla verità, non sono del tutto smarrite.

Le altre storie:

©Riproduzione riservata