• Home
  • Attualità
  • Sulla vetta del “La Marta” per incastonare la statua di Gesù

Sulla vetta del “La Marta” per incastonare la statua di Gesù

di Pasquale Sorrentino

Fifino, Enzo, Silvano, tre appassionati di trekking e montagna di Polla, e una missione da compiere: portare una effige sacra a oltre 1.300 metri d’altezza. Cosi, domenica mattina sono partiti, zaino in spalla, per raggiungere la vetta del monte la Marta, al confine tra Polla, Auletta e Pertosa. Una lunga camminata con il Gesù in pietra ben conservato in uno degli zaini, qualche prodotto locale da portare fino in vetta e anche una macchinetta del caffè per prepararlo e assaporarlo ai 1303 metri di altitudine del monte, subito dopo aver compiuto l’impresa. Così Fifino, Enzo e Silvano, dopo ore di camminata, tra alberi e natura, tra rovi e caldo, sono arrivati sul luogo scelto per la missione: uno sperone di roccia che dà sul Vallo di Diano e sul Tanagro. Fifino ha preso il Gesù in pietra e lo ha incastonato sullo sperone. Missione Compiuta. Poi è stato il tempo del caffè e dei sorrisi per quanto fatto.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019