Tag: aquara

Cilento, arrestata direttrice delle Poste: rubava soldi dai libretti

di Marianna Vallone

E’ finita agli arresti domiciliari un’ex dipendente delle Poste Italiane. La Guardia di Finanza di Salerno, su disposizione di questa Procura della Repubblica, ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare disposta dal Tribunale di Salerno — Sezione Riesame, nei confronti della donna, in qualità di direttrice, nonché unica impiegata di un ufficio postale di Aquara. La donna, carpendo la buona fede di piccoli risparmiatori, si è appropriata nel tempo di 266mila euro. In particolare è emerso dalle indagini che l’indagata ha compiuto negli anni continue operazioni illecite e fraudolente su libretti di risparmio e buoni fruttiferi postali che hanno portato all’impoverimento e, in alcuni casi, al completo svuotamento dei depositi intestati perlopiù a persone anziane o in gravissime condizioni di salute, le quali avevano poca familiarità con la gestione di rapporti finanziari e postali dematerializzati, di cui la dipendente ha approfittato. In un caso è emerso che la direttrice dell’Ufficio Postale ha eseguito operazioni post mortem di un correntista relative alla gestione di un prodotto finanziario con conseguenti appropriazioni illecite compiute su libretto postale dematerializzato e sul conto corrente intestati alla persona deceduta. L’esecuzione della misura cautelare giunge al seguito della pronuncia di accoglimento all’appello proposto dal pubblico ministero, avverso l’ordinanza di rigetto di applicazione di misura cautelare personale emessa dal Gip del Tribunale di Salerno lo scorso 12 luglio. La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato nell’interesse dell’indagata sancendo così l’esecutività dell’ordinanza cautelare oggi eseguita.

©Riproduzione riservata



Muore a 14 anni cadendo nel vuoto: lutto cittadino ad Aquara

di Marianna Vallone

Aquara si prepara a dire addio all’adolescente morto precipitando nel vuoto dalla finestra della propria stanzettaL’ultimo abbraccio al quattordicenne è stato fissato per giovedì 10 gennaio alle ore 15:00, nella chiesa di San Nicola di Bari, ad Aquara, dove si terranno i funerali. 

Il sindaco Antonio Marino, inoltre, ha firmato l’ordinanza che proclama in lutto cittadino per l’intera giornata di giovedì, disponendo tutti i cittadini, le istituzioni pubbliche, le organizzazioni culturali e i titolari di attività private ad esprimere il proprio cordoglio sospendendo le rispettive attività (ad esclusione dei servizi indispensabili e obbligatori) dalle 8.00 alle 18:00 in segno di rispetto verso la famiglia e l’intera comunità di Aquara distrutta dal dolore.

La tragedia è avvenuta intorno alla mezzanotte tra lunedì e martedì nell’appartamento ad Aquara dove il giovane viveva con la famiglia. E’ stato il padre, notando la luce accesa in camera e la finestra aperta, a scoprire il corpo senza vita del 14enne. 

©Riproduzione riservata



Aquara, adolescente cade nel vuoto e muore

di Marianna Vallone

Sgomento nella comunità di Aquara: ieri sera un giovane di 14 anni, L.M., è stato trovato morto dal padre che era entrato nella sua stanza, avendo notato la luce accesa e la finestra aperta. La tragedia è avvenuta intorno alla mezzanotte: l’adolescente è caduto da un’altezza di 9 metri, dalla finestra della stanzetta nell’abitazione in cui viveva con la famiglia. Subito è stato dato l’allarme ma il giovane è giunto all’ospedale di Roccadaspide già privo di vita. Sulla tragedia indagano i carabinieri della compagnia di Agropoli, coordinati dal capitano Francesco Manna, in seguito ai rilievi delle stazioni di Aquara e Castel San Lorenzo. Il magistrato di turno del Tribunale di Vallo della Lucania ha disposto il sequestro della salma e l’esame esterno del corpo per ulteriori accertamenti. Intanto il sindaco Antonio Marino ha fatto sapere che sarà proclamato lutto cittadino nel giorno in cui si terranno i funerali. «E’ una tragedia che ha sconvolto la comunità, – ha spiegato – ricordo il giovane come un ragazzo serio e solare».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019