• Home
  • Sport
  • Leoni indomabili. Tre reti che valgono il primato

Leoni indomabili. Tre reti che valgono il primato

di Luigi Martino

Trasferta difficile quella che hanno dovuto affrontare gli uomini di mister Infantini, ma come spesso hanno dimostrato durante il corso di questo campionato, il buon gioco risolve tutti i problemi. Pronti via e la gara assume subito un ritmo veloce e molto piacevole, caratterizzato dalle forti folate di vento che sono state spesso decisive sul sintetico di Casaletto. Mea conquista palla a centrocampo e la smista a Coppola, il veterano centrocampista dei Leoni non ci pensa due volte e sfodera un destro che va ad insaccarsi sotto l’incrocio dei pali. Rete che lascia tutti a bocca aperta, non solo perchè matura al 17′ minuto, ma anche perchè realizzata da 35 metri. Doccia fredda per lo Spartano, che aumenta il ritmo di gioco. Il numero 10, Ambruosi, abile nel controllo del pallone si avvicina minaccioso all’area difesa da Petti, ma la sua conclusione è da dimenticare. Il raddoppio dei Leoni arriva poco dopo. Petti rinvia, Coppola mette a terra la sfera e serve Vitolo sulla corsa, l’esterno di Marina di Camerota calcia di prima intenzione e realizza la rete dello 0 a 2. I padroni di casa non ci stanno e provano più volte a sfondare sulla fascia destra, ma Forte e Gallo sono bravi a non cedere spazi agli avversari. La rete del 3 a 0 arriva quando mancano 5 minuti alla fine della prima frazione di gara. Protagonista dell’azione è Martuscelli I., che salta due uomini sulla fascia destra e disegna una traiettoria perfetta per il destro di Cusati. Il giovane bomber aggiunge l’ennesima rete alla sua collezione, appoggiando la palla alle spalle di Iudici. Finisce così il primo tempo, 3 reti a 0 a favore della squadra ospite. La seconda frazione parte forte e già al minuto numero 3 i padroni di casa accorciano le distanze. A firmare la rete dell’ 1 a 3 è Torre con un tocco ravvicinato che supera Petti. Lo Spartano ci crede e per una buona parte dell’incontro i Leoni sono costretti a difendere la propria porta. Infatti al 20′ minuto, sugli sviluppi di un corner, Montesano è abile a colpire la palla di testa e a siglare la rete del 2 a 3. Manca ancora molto alla fine del match e gli ospiti cercano di reagire alle due reti subite. Esposito ha la palla per chiudere l’incontro, ma Iudici con un ottimo intervento mantiene in bilico il risultato. L’incontro finisce con il risultato di 3 a 2 per gli ospiti, che ora sono soli primi in classifica, a +2 sul Vibovilla.


SPARTANO:Iudici, Marsicano C., Lovisi M., Marsicano C., Montesano, Lovisi L., Galatro, Torre, Radesca (Falce 1’st), Ambruosi, Gregorio. Allenatore: Di Stasi Antonio

LEONI DI MARINA: Petti, Martuscelli I., Gallo (Talamo 1’st), Mea (Esposito 40’pt), Russo, Caiazzo, Forte, Vitolo, Cusati(Di Luca 10’st), Martuscelli A., Coppola. Allenatore: Infantini Francesco

NOTE: Forte vento. Spettatori 100 circa. Campo in ottime condizioni.

AMMONITI: Montesano(S), Lovisi(S).
ESPULSI: Marsicano C.(S) per somma di ammonizioni.
RETI: Coppola al 17’pt, Vitolo al 26’pt, Cusati al 40’pt(Leoni). Torre al 3’st, Montesano al 20’st(Spartano).

 

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019