Dramma all’Università di Salerno, studentessa muore schiacciata da un pullman

Una giovane studentessa è morta stamattina all’interno del campus dell’Università degli studi di Salerno, a Fisciano, dopo essere stata investita da un bus navetta. Si tratta di Francesca Suàrez Bilotti, studentessa di Giffoni Valle Piana originaria del sud America. E’ stata trascinata dal mezzo dopo che il fidanzato l’aveva accompagnata all’ateneo. Sul luogo della tragedia sono giunti i carabinieri per gli accertamenti. Il lunedì il campus universitario di via Don Melillo è molto trafficato rispetto agli altri giorni. Gli studenti fuori sede, infatti, rientrano a Fisciano dopo aver trascorso il week end a casa e con le valigie si dirigono prima verso le abitazioni dove risiedono per studiare e poi all’università per seguire i corsi quotidiani. I carabinieri hanno recintato l’area per i rilievi del caso. Sul posto una ambulanza allertata dagli studenti che erano alla fermata. La comunità studentesca è sotto choc.

La ricostruzione delle telecamere È stato il video registrato dalle telecamere a circuito chiuso dell’Università di Salerno a consegnare la verità sull’assurda morte della studentessa di 23 anni, travolta e uccisa da un autobus della Sita in manovra al terminal bus del campus di Fisciano. La ragazza non si trovava a bordo dell’autobus proveniente da Battipaglia, come pure inizialmente era stato detto, sulla scorta delle prime testimonianze raccolte, ma aveva raggiunto l’ateneo accompagnata in auto dal fidanzato Vincenzo. Una volta all’interno del campus, stava transitando per l’area del terminal bus quando è stata investita dal bus in manovra, all’altezza dell’angolo anteriore destro, e scaraventata a terra. Francesca è finita sotto la ruota posteriore dell’automezzo ed è morta sul colpo. L’autista è indagato per omicidio colposo. Sul luogo sono subito arrivati carabinieri e polizia ed un’ambulanza del 118. Per la ragazza è risultato inutile anche il trasporto in ospedale a Mercato San Severino.

La testimonianza «Ho urlato al mio collega alla guida del bus ma non ho potuto far nulla, ho visto quella povera ragazza morire». E’ la drammatica testimonianza di un autista del Cstp, M.D., 50enne, che ha assistito al momento dell’investimento in cui ha perso la vita una studentessa che stamattina si stava recando all’Universita’ di Salerno e ha trovato la morte. «Il mio collega non è riuscito a vedere laragazza dallo specchietto retrovisore – aggiunge l’autista di un bus presente sul posto – allora ho urlato con tutte le mie forze, ma è stato troppo tardi. Ho preso un telo bianco e ho coperto il corpo ormai privo di vita – racconta in lacrime il testimone – sono senza parole».

La nota dell’università «Oggi è un giorno triste per l’intera comunità universitaria: stamattina, poco dopo le 8.30, Francesca Bilotti, una nostra studentessa del Corso di lingua e letterature straniera, è rimasta vittima di un tragico incidente», dichiara il Rettore Aurelio Tommasetti. Un autobus della Sita, uno di quelli che porta ogni giorno gli studenti all’Università, l’ha investita. Nonostante siano immediatamente scattati i dispositivi di sicurezza,  nulla è stato possibile. «In questo momento siamo vicini alla famiglia cui va il nostro commosso cordoglio», sottolinea il Rettore. L’incidente è avvenuto in un’area aperta al traffico pubblico dove gli autobus manovrano a passo d’uomo. L’area è dotata di sistema di videosorveglianza: le immagini sono state immediatamente messe a disposizione della magistratura e degli inquirenti per la ricostruzione della verità su quanto accaduto. L’Università di Salerno sospenderà per lutto tutte le attività didattiche nel giorno delle esequie. 

Lutto cittadino Il sindaco di Giffoni Valle Piana Paolo Russomando, con un’ordinanza, ha proclamato il lutto cittadino dalle ore 14.00 alle ore 17.00 di domani, martedì 25 novembre, quando si svolgeranno le esequie di Francesca presso la Chiesa della SS. Annunziata.Il primo cittadino invita i cittadini, i titolari delle attività commerciali e le organizzazioni sociali e produttive ad esprimere la loro partecipazione al lutto cittadino mediante la sospensione delle attività in segno di raccoglimento intorno al dolore che ha colpito la famiglia della studentessa. Russomando ha inoltre ordinato la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado nella giornata di domani, martedì 25. 

©Riproduzione riservata