Tragedia annunciata, donna cilentana muore in ambulanza «perchè l’ospedale più vicino è chiuso»

Folla nella chiesa di Santa Maria delle Grazie, ad Agropoli, per i funerali di Annamaria Tassi, la 39 enne morta di infarto il 10 luglio durante la «Notte Blu». La tragedia ha scatenato nuove polemiche sull’assenza di un pronto soccorso in città e sulla chiusura dell’ospedale civile disposta due anni fa dal direttore generale della Asl di Salerno Antonio Squillante. Di «tragedia annunciata» parla il «Comitato per la riapertura dell’ospedale di Agropoli». Quella notte l’ambulanza è partita per uno degli ospedali della valle del Sele. La 39enne era ancora in vita quando i sanitari sono intervenuti, ma durante il viaggio non ce l’ha fatta ed è morta tra la rabbia dei familiari e dei cittadini che da tempo invocano la riapertura del plesso ospedaliero di vitale importanza per Agropoli e per tutto l’Alto Cilento. 

©Riproduzione riservata