Un’app per monitorare rischio coronavirus, nel team un cilentano

Infante viaggi

di Antonio Vuolo

Valutare il rischio di trasmissione della Coronavirus. E’ l’obiettivo dell’applicazione “SM COVID 19” generata da un team di esperti della SoftMining di Avellino, una spin-off dell’Università di Salerno, coordinata dal professore Stefano Piotto. Tra le menti dell’app, che consente di valutare il rischio di trasmissione del Coronavirus attraverso il monitoraggio del numero, della durata e del tipo di contatti dell’utente, c’è anche un cilentano: Luigi Di Biasi, 34 anni, di Santa Maria di Castellabate. L’app, disponibile sia per iOS che per Android, ha l’obiettivo principale di tenere traccia delle situazioni di potenziale contagio, evitarle e di conseguenza creare dei modelli statistici rappresentativi del comportamento di Covid-19. I dati raccolti sono accessibili in tempo reale alle sole Autorità Sanitarie e i cittadini, dal loro canto, vengono allertati in tempo reale così da poter adottare immediatamente misure cautelative come l’isolamento volontario nei confronti della persone con cui sono state a più stretto contatto.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur