Vallo della Lucania, rissa dopo Gelbison-Messina. Ultras: «Ci dissociamo»

Rissa in piazza Vittorio Emanuele a Vallo della Lucania dopo la partita di serie D Gelbison-Messina. I fatti si sono verificati domenica scorsa, nel giorno delle Palme, e videro anche l’intervento delle forze dell’ordine. Dopo l’accaduto, il gruppo ultras ‘Cani sciolti’ di Vallo, ci tiene a ribadire la propria posizione. Riportiamo di seguito integralmente la nota stampa.

La CS96 si dissocia completamente dai fatti accaduti durante e in seguito all’incontro Gelbison-Acr Messina. Nella nostra idea di unione, partecipazione, promozione, fede, dedizione, passione non rientrano eventi di questo tipo, lungi da ciò che così faticosamente in questi ultimi anni stiamo cercando di riproporre. Ci piace pensare a questo come una bella storia da raccontare.
In una cittadina come Vallo della Lucania che negli ultimi anni aveva perso un po’ quella voglia di crederci , c’era un piccolo gruppo di ragazzi ai quali nessuno mai avrebbe potuto strappare questo piccolo, grande sogno e così come un capitano non abbandona la propria nave in tempesta, hanno avuto la forza di non mollare soprattutto quando era più difficile, anche senza risultati e numeri.
Seppure con un flebile battito di tamburi o cori da stadio sommessi, i chilometri per le trasferte, il freddo, il troppo caldo, NOI pochi, pochissimi eravamo lì a sostenere la nostra squadra, a sostenere la nostra fede, a sostenere la nostra città. NOI, guidati da una passione senza eguali, abbiamo preso in mano le redini di qualcosa da troppo tempo dimenticato, aggrappandoci ai quei ricordi di quando sin da piccoli, accompagnati dai nostri genitori, marcavamo quelle tribune sognando di poter sempre piangere e cantare a squarciagola per una Gelbison vincente. Un sogno che sta prendendo sempre più forma con un sostegno più incisivo: ad oggi non siamo più quel piccolo gruppo. Orgogliosi di ciò che stiamo costruendo, dei nostri ideali e di ciò che lottando, anche se fuori dal campo, siamo riusciti ad ottenere, consapevoli di quanto sia fondamentale far giungere il nostro sostegno , non permettiamo che eventi così spiacevoli e da condannare colpiscano ciò che così duramente e in modo assolutamente onesto abbiamo costruito negli ultimi anni. Piccolo o grande gruppo, continueremo a preservare la nostra lealtà ed integrità, supportando la nostra Gelbison in primis con correttezza e rispetto, caratteristiche che da sempre hanno contraddistinto la nostra fede calcistica.

Riproduzione riservata