• Home
  • Politica
  • Fuoco di fila in Consiglio Comunale: la minoranza chiede spiegazioni al Sindaco del passaggio all’UDC

Fuoco di fila in Consiglio Comunale: la minoranza chiede spiegazioni al Sindaco del passaggio all’UDC

di Milena Luongo

Durante il Consiglio Comunale del 19 ottobre, in molti si aspettavano delle spiegazioni da parte del Primo Cittadino del Comune cilentano riguardanti la sua scelta politica di passare dalle fila del PD all’UDC. Ma così non è stato. Il Consiglio, infatti, comincia con un avviso da parte del Sindaco della visita giovedì 22 ottobre del nuovo Prefetto della provincia di Salerno, il quale terrà un incontro nell’aula consiliare alle 12.30 con le maggiori cariche pubbliche, il Consiglio Comunale stesso in veste informale e la cittadinanza.
Subito dopo questo avviso, Marilù De Luca (PD), consigliere di maggioranza della lista "Vallo +", nonché vice sindaco "licenziato" dal Sindaco, lamenta il fatto che nell’ordine del giorno non sia stato messo il punto più importante: ovvero il passaggio del Sindaco all’UDC.

Il Sindaco prontamente spiega che la situazione verrà chiarita nel prossimo consiglio comunale, ma la risposta non frena l’ondata di dissenso soprattutto della minoranza.
Infatti Gerardo Coraggio, complimentandosi in modo ironico con il Sindaco per il suo passaggio che ora lo pone in una sorta di "limbo" politico – posizione da lui definita "né carne né pesce" -, accusa Cobellis di aver mancato di rispetto la popolazione che votando la lista "Vallo +" aveva chiaramente votato una lista civica di sinistra. Coraggio lo accusa inoltre, di voler abbandonare "la nave prima che affondi", riferendosi alla situazione di crisi che sta attraversando il PD.
Il consigliere di minoranza Coraggio afferma ancora, che il passaggio del Sindaco poteva essere accettato se solo avesse presentato le dimissioni dalla carica, in virtù del fatto che la gente a suo tempo lo ha eletto per la sua appartenenza politica.
Gerardo Coraggio, poi, conclude affermando "chi la fa l’aspetti", chiarendo che "come Valiante in passato ha girato le spalle a De Mita, così ora Cobellis gira le spalle a Valiante".

Il Sindaco Cobellis respinge queste affermazioni affermando che l’amicizia con Valiante rimarrà invariata. Inoltre, continua affermando che "Vallo+" non era una lista politica, ma una lista civica e che la gente lo ha votato per la sua persona; la sua è stata una posizione ben chiara e per nulla ambigua.

Marilù De Luca ribatte affermando che la lista "Vallo +" è una lista civica fino ad un certo punto, che ha una chiara collocazione politica a sinistra. Aggiunge, inoltre, di vedere un tradimento del Sindaco nei riguardi della popolazione.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019