Vallo della Lucania, inaugurato sito espositivo del Parco del Cilento: «Tutto il territorio in un unico luogo»

In un palazzo Mainenti completamente ristrutturato si è inaugurata la prima esposizione sul territorio e la cultura cilentana: Expo e territori, un mondo di biodiversità. All’interno del sito espositivo è possibile trovare l’intero parco nazionale interamente condensato in un unico luogo. I musei, i prodotti tipici e molto altro saranno spiegati in maniera generale in modo da invogliare ad esplorare l’intero territorio del parco. Due sale multimediali, tre piani completamente dedicati alle particolarità ed alle eccellenze del Cilento. Ma non solo di bellezze del territorio si è parlato.

L’esposizione, iniziata sabato 11 luglio, terminerà il 18 ottobre prossimo. Una semplice esposizione che punta a diventare realtà dinamica e permanente all’interno del territorio. «Tutto questo nasce perché alcuni mesi fa il ministero dell’ambiente convocò a Roma 16 aree protette dicendoci che ricadevamo in un progetto della presidenza del consiglio dei ministri –  spiega ai nostri microfoni Angelo De Vita, direttore del parco nazionale del Cilento – Come aree protette dovevamo realizzare delle manifestazioni e degli eventi per mettere in evidenza i territori durante expo, tutto questo realizzando una mostra sulla biodiversità che poi vuol dire tutto, come si può vedere all’interno di questa manifestazione si è cercato di mettere tutto insieme quelle che sono le eccellenze del territorio partendo dalla riserva di biosfera, dal geoparco, dal patrimonio culturale, dalla dieta mediterranea, è un tutt’uno e mettere in evidenza questo significa mettere in evidenza le eccellenze del territorio e fare in modo che tutti possano ammirare tutto il territorio mettendo anche a sistema tutto quello che avviene nel territorio oltre che evidenziare la biodiversità del parco».

Un progetto ambizioso dunque, quanto sarà stato difficile realizzarlo? «È stato difficile nel senso che poi per metterlo su ci è voluto un po’, ma noi abbiamo preso una parte che era stata realizzata in un progetto del comune di Padula che ringrazio, il problema era riempire di contenuti e noi li avevamo li abbiamo dovuti solo mettere a sistema perdendo qualche nottata per allestire i vari pannelli – espone il progetto sempre più entusiasta De Vita – Io lo vedo come qualcosa di dinamico, se riusciamo a mantenerlo, a modificarlo come luogo di eventi culturali, culinari, e poi perché no, farla diventare come qualcosa che ci accompagna per sempre nel parco, potrebbe essere un momento per vivere tutto qui assieme per poi partire da Vallo ed andare poi nel territorio».

«Invito tutti i nostri cittadini a visitare palazzo Mainenti perché è realmente interessante, si scopre la bellezza del parco e la sua biodiversità oltre che l’utilità della dieta mediterranea che non è solo un problema enogastronomico ma un problema di stile di vita – dichiara alla stampa presente Toni Aloia, sindaco di Vallo Della Lucania – Si inserisce bene perché ci fa ancora più scoprire l’importanza di essere parco e per Vallo è una responsabilità ancora maggiore essere il centro del parco che molto spesso i nostri cittadini conoscono poco e che altrettanto spesso è bistrattato perché si coglie solo l’aspetto impositivo delle regole e non si coglie l’aspetto del progresso che con parco c’è stato – Aloia passa poi a spiegare altri aspetti dell’iniziativa – Tutto questo si collega ad un percorso molto più vasto ed importante che è quello dell’expo che ci vedrà protagonisti come comunità del parco, questo è un primo tassello di un mosaico molto più vasto – a questo punto non si poteva non parlare di un’iniziativa del comune – Ad inizio ottobre qui a Vallo ci sarà ‘cine-cibo, una importante manifestazione che faremo in collegamento tra la peculiarità enogastronomica del nostro territorio e la realtà cinematografica nazionale ed internazionale per poi concludersi con il secondo salone internazionale della dieta mediterranea». 

©Riproduzione riservata