• Home
  • Cronaca
  • Vibonati, pugno duro del comune contro l’abbandono di rifiuti ingombranti

Vibonati, pugno duro del comune contro l’abbandono di rifiuti ingombranti

di Maria Emilia Cobucci

Da anni, l’abbandono indiscriminato dei rifiuti sul territorio comunale è  uno dei più gravi  problemi che  l’Amministrazione comunale deve affrontare. Nelle ultime settimane, sull’intero territorio, sono state posizionate numerose foto trappole, volte a stanare chi si macchia di questo reato ambientale e morale e i risultati non hanno tardato ad arrivare. Sulla base delle attività svolte, ad oggi, attraverso le telecamere nascoste e le ispezioni dei sacchetti dei rifiuti abbandonati in modo improprio, sono stati identificati decine di trasgressori che sono stati sanzionati a norma del regolamento di Polizia Urbana.

Nella giornata di ieri, proprio grazie alle nuove strumentazioni acquistate, è stata individuata una persona che ha conferito, nella parte alta del borgo, vari rifiuti ingombranti lungo il ciglio della Strada Provinciale.

«Il lavoro di controllo proseguirà per punire i trasgressori – afferma il sindaco Borrelli- per salvaguardare l’ambiente ed il decoro urbano.  Queste  speciali fotocamere, piccole e mimetizzabili, sono state posizionate nelle zone più a rischio e ci stanno aiutando ad identificare gli incivili che creano un serio danno all’ambiente e all’immagine del territorio, oltre che ingenti costi a carico dell’intera collettività come nel caso delle ondoline bituminose che sono state rimosse e smaltite in data odierna con un costo di 6000 euro. Ringraziamo la Polizia Locale per il compito che sta svolgendo».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019