• Home
  • Cronaca
  • Vibonati, vigile morto dopo vaccino: salma trasferita a Lagonegro

Vibonati, vigile morto dopo vaccino: salma trasferita a Lagonegro

di Redazione

di Maria Emilia Cobucci

La salma di Michele Quintieri, l’agente della polizia municipale di 62 anni di Vibonati deceduto lunedì sera, è stata trasferita nella sala mortuaria dell’ospedale di Lagonegro. L’uomo poche ore prima aveva ricevuto una dose di vaccino Pzifer.

Per questo motivo, tenuto conto di quanto sta avvenendo in Italia dove le autorità sanitarie indagano sull’efficacia dei vari vaccini e sulle presunte correlazioni, finora mai accertate, tra somministrazione di vaccino e casi di patologie o morti, la procura ha disposto il sequestro della salma del 62enne e ha aperto un’inchiesta.

La salma di Quintieri è stata trasferita a Lagonegro e non a Sapri perchè l’obitorio dell’ospedale dell’Immacolata è in fase di ristrutturazione. Nelle prossime ore si proverà a far luce sul decesso. Al momento – è bene ribadirlo – non esistono correlazioni tra il decesso e la somministrazione del vaccino. L’uomo aveva patologie pregresse. Ieri sera a casa sua si sono recati anche i carabinieri della stazione di Vibonati guidati dal maresciallo Francesco Barile.

«Siamo molto dispiaciuti per quanto accaduto – ha dichiarato il Direttore Sanitario Rocco Calabrese – ma non è dimostrabile una relazione causale con la somministrazione del vaccino. Inoltre – ha poi continuato Calabrese – risulta che il paziente fosse affetto da patologie pregresse di natura metabolica e cardiocircolatoria. La vaccinazione è avvenuta secondo la prassi e sono stati rispettati i 15 minuti di osservazione durante i quali il 62enne non ha lamentato nessun disturbo».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019