Violazione di sigilli: prosciolto Fasano, comandante Polizia municipale

di Redazione

Si è conclusa l’odissea giudiziaria che ha coinvolto il capitano Carmelo Fasano, comandante della Polizia Municipale di San Giovanni a Piro. Dinanzi al giudice del Tribunale di Vallo della Lucania, Alberto Imperiale, il capo della locale Polizia municipale, assistito dagli avvocati Felice Lentini e Carlo Di Ruocco, è stato prosciolto con formula piena dall’accusa di concorso in violazione di sigilli.

I fatti
Tutto era partito da un sopralluogo edilizio di Fasano, eseguito con i carabinieri del comando della stazione locale di San Giovanni a Piro, presso una proprietà privata, in quella occasione era stata accertata la violazione per la realizzazione abusiva di un manufatto senza concessione edilizia, che era poi stato sottoposto a sequestro e affidato in custodia giudiziale al Fasano, per l’assenza dei titolari. La denuncia in danno del Fasano è scattata in seguito alla constatazione da parte dei Carabinieri che i lavori erano stati ultimati.

Da qui era scattata la denuncia a Fasano per concorso in violazione di sigilli. Il 21 aprile, dopo una complessa fase istruttoria, il giudice ha prosciolto il comandante con formula ampia dall’ipotesi di reato.

©Riproduzione riservata