• Home
  • Politica
  • Violenza di genere, l’eurodeputata Adinolfi (FI): “Basta tolleranza, pene esemplari per chi commette violenze contro le donne”

Violenza di genere, l’eurodeputata Adinolfi (FI): “Basta tolleranza, pene esemplari per chi commette violenze contro le donne”

di Luigi Martino

“Pene esemplari per chi commette violenza sulle donne. Una società civile non può in alcun modo tollerare episodi come quelli di Milano, in piazza Duomo, a Capodanno, con una serata di festa trasformata in un incubo per alcune ragazze. Ora, però, basta alibi. E’ arrivato il momento di passare ai fatti perché gli strumenti per fermare questi criminali ci sono e vanno attuati. Non possiamo solamente riempirci di belle parole quando ci sono le ricorrenze. Provate solamente ad immaginare se le ragazze vittime di violenza a Milano fossero state vostre figlie, fidanzate, nipoti, come avreste reagito?”. A parlare così è l’europarlamentare salernitana di Forza Italia, Isabella Adinolfi, commentando gli ultimi episodi di cronaca relativi alle violenze subite anche da almeno cinque ragazze nella serata di Capodanno, a Milano.

“Il nuovo Piano nazionale per il contrasto della violenza di genere ci mette a disposizione strumenti più efficaci sia per la punizione dei colpevoli sia per l’assistenza e il sostegno delle vittime, attraverso anche una maggiore dotazione finanziaria per i centri antiviolenza e le case rifugio – conclude l’eurodeputata – E’ fondamentale però la certezza della pena per questi criminali perché non è concepibile che una donna possa vivere nel terrore di ritrovarsi un giorno davanti nuovamente a quell’uomo che le ha fatto del male, e purtroppo anche di episodi simili le cronache quotidiane sono piene. E per farlo è necessario provvedere a maggiori assunzioni nelle forze dell’ordine visto l’aumento dei reati di violenza anche online. E poi, come ho sempre sostenuto, un altro aspetto fondamentale su cui lavorare è quello della cultura, partendo dalla formazione e dalla sensibilizzazione anche nelle scuole per i i nostri ragazzi”.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019