Virus, 2 decessi nel Salernitano: sindaco chiede tamponi

Infante viaggi

Due persone morte, nel Salernitano, affette da Covid-19 nelle ultime ore. Ad aggiornare il conteggio delle conseguenze della diffusione del contagio da coronavirus, i sindaci. Poco fa, “e’ venuto a mancare un nostro concittadino che combatteva all’ospedale Cotugno contro questa bruttissima epidemia”, scrive il primo cittadino di San Valentino Torio e presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese, spiegando che il malato “ha lottato, ma non ce l’ha fatta. Preghiamo per lui e per la sua famiglia ed uniamoci a loro in questo difficilissimo momento con la preghiera, il silenzio e il rispetto”. “Per la giornata di domani – annuncia – sara’ dichiarato il lutto cittadino per testimoniare vicinanza alla famiglia e per riflettere su quanto sta accadendo. Da oggi e fino a domenica, sono vietati flashmob e musica sui balconi”. E’ risultato poi positivo al tampone eseguito post mortem un cittadino di Vietri sul Mare, nel Salernitano, deceduto mercoledi’ sera in ospedale. “Si tratta di una persona di Molina”, spiega il sindaco Giovanni de Simone. E ai suoi concittadini, dice: “E’ il momento di mantenere la calma. Ora piu’ che mai, rivolgo alla popolazione l’appello di restare a casa e di rispettare tutte le misure che sono state predisposte”. Il primo cittadino di Auletta, Pietro Pessolano, in una diretta Facebook di ieri dove premette di avere “qualche decimo di febbre” e in un altro collegamento social precedente in cui comunica che il vicesindaco “presenta uno stato febbrile”, lancia un appello al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, perche’ “faccia subito il tampone” alla sua giunta perche’ “abbiamo bisogno di lavorare”, cosi’ “da togliere ogni dubbio”.

  • assicurazioni assitur
assicurazioni assitur