• Home
  • Cronaca
  • Virus, assessore Santa Marina dona indennità per famiglie bisognose

Virus, assessore Santa Marina dona indennità per famiglie bisognose

di Luigi Martino

“Come assessore del comune di Santa Marina, nonchè presidente della protezione civile e vivendo in prima linea la grave situazione sanitaria ed economica dell’intero territorio nazionale, rinuncio alle indennità di assessore da oggi fino al 31 dicembre 2020 per devolverlo alla protezione civile Santa Marina Policastro per l’acquisto di beni di prima necessità per le famiglie meno abbienti del Comune”. Lo rende noto Giuseppe Cavaliere, amministratore di Santa Marina, comune del Golfo di Policastro. L’emergenza sanitaria che ha colpito tutti, ha costretto le famiglie a casa e, di conseguenza, sono tantissime le persone che chiedono aiuti economici e di beni di prima necessità. Il gesto dell’assessore Cavaliere va ad aggiungersi a quello del sindaco di Montano Antilia, Luciano Trivelli, ma anche a tutte quelle persone, volontari e non, che lavorano infaticabilmente per garantire sicurezza e dispostivi di protezione ai cittadini. 

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019