• Home
  • Cronaca
  • Virus, in Cilento i controlli funzionano: seconde case deserte

Virus, in Cilento i controlli funzionano: seconde case deserte

di Luigi Martino

Per quello che si è avuto la possibilità di constatare, i controlli nel Cilento hanno dato gli esiti sperati. E anche la comunicazione ha fatto la sua parte. Le forze dell’ordine e di polizia, affiancate dalle squadra di protezione civile e da quelle della polizia locale, hanno fatto un buon lavoro. I carabinieri delle compagnie di Agropoli, Vallo e Sapri, la polizia stradale dei medesimi distaccamenti e le tenenze della guardia di Finanza anche in questo caso di Vallo della Lucania e Sapri, hanno sbarrato le vie d’accesso ai centri costieri cilentani mentre i gruppi di protezione civile hanno dato maggiore supporto, insieme agli agenti della municipale, per supportare i turni diurni e notturni ai varchi d’accesso. I giornali e i canali istituzionali dei vari Comuni, poi, hanno contribuito da deterrente, scoraggiando gli ultimi possibili avventori a non spostarsi da Comuni di residenza per raggiungere le seconde case. Maggiore attenzione è stata rivolta alle località di Palinuro, Marina di Camerota, Acciaroli, Pisciotta, Ascea, Agropoli, Paestum e Castellabate. Blindato anche il golfo di Policastro con i controlli che si sono estesi anche agli svincoli autostradali di Padula-Buonabitacolo.

A Marina di Camerota quattro famiglie provenienti dal napoletano e dal salernitano, sono state rispedite indietro nei giorni scorsi. Avevano intenzione di trascorrere il weekend di Pasqua nelle seconde case al mare. A Pastum e a Capaccio i vigili urbani hanno scovato due famiglie di ‘furbetti’ che erano riuscite a raggiungere le loro villette a pochi metri dalla spiaggia: multa e quarantena notificata. Fermi e sanzioni anche lungo la strada statale 18 Cilentana. Oggi, lunedì dell’Angelo, le spiagge del Cilento sono deserte. A Palinuro, attraverso un’ordinanza sindacale, il sindaco ha chiuso tutto il litorale. Controlli serrati anche a Santa Maria e San Marco di Castellabate. Sbarrate le strade d’accesso secondarie ad Agropoli con un dispiegamento importante di forze dell’ordine. Insomma, il bilancio delle azioni messe in campo dai vari organi di controllo risulta positivo. Anche se i sindaci ci tengono a precisare, quasi in coro, che «adesso è importante non abbassare la guardia». «Più si va avanti verso l’estate – affermano – è più difficile sarà tenere i nostri ospiti lontani dalle case al mare».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019