Paura a Camerota, fuga di gas e tre ore di fiamme: spiaggia Calanca off limits

L’incendio è scoppiato intorno alle 6 di questa mattina. La natura del rogo non è stata ancora accertata dai vigili del fuoco del distaccamento di Policastro Bussentino che sono accorsi sul posto. Fatto sta che, probabilmente, secondo una primissima ricostruzione, pare che ignoti nella notte si siano divertiti ad incendiare un cumulo di rifiuti proprio ai vicino ad una tubatura del gas. Dal tubo, sempre secondo le primissime indagini effettuate dai caschi rossi, pare ci fosse già una piccola fuoriuscita di gas. Così, molto velocemente, le fiamme si sono alzate fino a danneggiare il muro di una villa in zona Calanca, proprio all’ingresso della spiaggia omonima, e un palo della pubblica illuminazione. Sul posto, oltre ai pompieri, sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Sapri, il sindaco di Camerota Antonio Romano e gli operai della ditta ‘Gas natural’, coloro che si sono occupati dell’installazione della rete del gas a Marina di Camerota. Dopo tre ore circa di fiamme e paura, gli operai sono giunti sul posto e hanno chiuso la valvola. Intanto, sempre nella notte tra venerdì e sabato, ignoti, probabilmente gli stessi, hanno appiccato fuoco ad altri due cumuli di spazzatura in altre due zone del paese limitrofe a quella della Calanca. E’ caccia ai vandali, ma non ci sono indizi e il sistema di videosorveglianza del paese, installato qualche anno fa, non funziona. Indagini difficili. Non sono esclusi possibili risvolti nelle prossime ore.

©Riproduzione riservata
©Foto Luigi Martino – www.martinoluigi9.wix.com