• Home
  • Cultura
  • Sud America e storia dell’emigrazione campano-lucana: la Fondazione MIdA partecipa alla presentazione del progetto di ricerca

Sud America e storia dell’emigrazione campano-lucana: la Fondazione MIdA partecipa alla presentazione del progetto di ricerca

di Giuseppe Galato

Mercoledì 04 Gennaio, alle ore 18:00, presso l’oratorio Don Bosco di Teggiano (SA) verrà presentato il rapporto sul progetto di ricerca intitolato “Storia dell’Emigrazione campano-lucana nel Cono Sud: le immagini di un secolo di migrazioni sulla rotta Napoli-Genova-Barcellona-Montevideo-Buenos Aires” a cura di Fabio Ragone (fotografo-documentarista e professore di fotografia). Nello specifico, alla luce del recente (dal 12 al 26 ottobre) viaggio realizzato in Uruguay e Argentina, verrà presentato il calendario di eventi realizzati e il ventaglio di attività di interscambio culturale da esso scaturito che, potrebbero rafforzare il legame tra il nostro territorio e gli emigranti campano-lucani, comprendendone i discendenti, residenti nel Cono Sud.

A supporto della presentazione della ricerca interverrà la Fondazione MIdA, attenta alle vicende anche storiche che interessano l’intero territorio valdianese. Poi saranno presenti: Rocco Colombo (Giornalista); Roberto Vertucci (Amministratore del Comune di Teggiano); Geppino d’Amico (Scrittore e Giornalista); Antonio Tortorella (Coordinatore del Comitato per la Promozione del Patrimonio Immobile della Lucania Occidentale); Fabio Ragone (curatore del progetto di ricerca, fotografo-documentarista, Prof. di Fotografia, Ricercatore presso l’Universià UB di Barcellona).

I temi affrontati saranno: storia e fasi dell’emigrazione valdianese nel Cono Sud; le tradizioni e i culti religiosi valdianesi diffusisi nel Cono Sud attraverso le varie fasi migratorie; l’importanza di fare ricerca attraverso i contatti con gli ultimi testimoni dell’emigrazione (sia quelli che sono tornati nei paesi di origine che quelli che si sono definitivamente insediati in Argentina e Uruguay); la rete istituzionale come medium indispensabile per la ricerca sul campo; conoscersi per riconoscersi attraverso la ricerca: la ricerca come risorsa per progetti educativi integrati che conducano i ragazzi di scuole medie e superiori locali a ricostruire la propria identità storica.

Durante il convegno non sono esclusi ulteriori interventi da parte di  storici, ricercatori e rappresentanti delle strutture educative locali.

Va infine ricordato che, in tale occasione, verranno esposti alcuni documenti storici originali legati alla storia dell’emigrazione italiana in Sud America.

Pertosa, 2.01.2012
Per ulteriori info:
Prof. Fabio Ragone
Email: vatajuta@gmail.com


INTRODUZIONE AL PROGETTO DI RICERCA

Presentazione del progetto di ricerca “Storia dell’Emigrazione campano-lucana nel Cono Sud: Le immagini di un secolo di migrazioni sulla rotta Napoli- Genova-Barcellona-Montevideo-Buenos Aires”
Il progetto di ricerca che vuole recuperare, attraverso la raccolta e l’analisi di dati, documenti grafici, fotografici e audiovisuali,una parte importante della  memoria storica valdianese e più in generale campano-lucana.

Nello specifico,  l’obiettivo del progetto é raccontare, attraverso immagini e documenti, la storia degli emigranti Campano-Lucani dalla partenza dai propri comuni di origine fino al porti di Napoli e da qui fino a Montevideo e Buenos Aires; documentare i primi anni di quelle comunità: le loro prime case, attività e organizzazioni sociali; e infine documentare nell’attualità le tracce e la persistestenza di quegli aspetti della cultura campano-lucana che hanno influenzato la formazione della cultura contemporanea uruguayana e argentina.

É importante poi sottolineare che, nell’ambito di questo  progetto, collaborano fin dal 2009 diverse istituzioni investigative di livello nazionale e internazionale presenti in Italia, Spagna, Argentina e Uruguay. Tra queste ricordiamo:  l’Università UB di Barcelona, l’Università della Repubblica dell’Uruguay, CEINMI (Centro Studi Interdisciplinari sull’immigrazione), Museo Marittimo di Barcelona, CEMLA (Centro Studi Migratori Latino America), Museo “Hotel degli Emigranti” di Buenos Aires, Comune di Florida (Uruguay), “Asociación de Protección y Fomento de la Capilla de San Cono” di Florida e la “Associazione  San Cono” de Buenos Aires, il Comitato di San Cono di Teggiano, il Museo “l’occhio del Vallo di Diano” e la Fondazione Mida.

Nell’ambito del progetto, dal 12 al 26 Ottobre scorso, una delegazione di valdianesi con al seguito il Vescovo Mons. Angelo Spinillo e una rappresentanza dell’amministrazione teggianese, ha protagonizzato e partecipato a una serie di eventi culturali, religiosi, accademici e istituzionali presso le località di Florida (Uruguay), Lobos e Buenos Aires (Argentina) che hanno catalizzato l’attenzione dei principali Mass-Media nazionali. Al riguardo, durante il convegno, verranno illustrati l’importanza dei suddetti eventi ai fini del consolidamento del legame tra discendenti di emigranti italiani e luoghi di origine.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019