Cilento, investe e uccide anziano: si consegna ai carabinieri il pirata della strada

Si è presentato in caserma di sua spontanea volontà e ha confessato tutto ai carabinieri. M.A., un ragazzo di 17 anni residente a Santa Cecilia, era alla guida del mezzo che ha travolto e ucciso Vincenzo Grippa, un pensionato di 83 anni investito mentre attraversava le strisce pedonali a Capaccio capoluogo in via Carducci. Il fatto è accaduto sabato. Il minorenne dopo aver investito l’uomo mentre era in sella ad uno scooter in compagnia di una ragazza, è fuggito via senza prestare soccorso e senza allertare carabinieri e 118. Sarebbe scappato via per paura, ma ora è accusato di omicidio colposo e omissione di soccorso. Sono diversi i testimoni oculari che avrebbero assistito alla scena. Molti sono stati interrogati dagli inquirenti. Grippa è morto all’ospedale San Luca di Vallo della Lucania il mattino successivo all’incidente per un grave trauma cranico e una crisi respiratoria. Gli investigatori, forze dell’ordine e polizia locale, erano sulle tracce dei due. Il 17enne, però, ha anticipato tutti e, su consiglio dell’avvocato, ha raccontato la propria versione dei fatti ai carabinieri mentre piangeva. 

©Riproduzione riservata