La piazzetta di ‘Benvenuti al sud’ ospita i mercatini di Natale con le eccellenze del Cilento

Il borgo medioevale di Castellabate vivrà, in occasione del ponte dell’Immacolata, la magica atmosfera natalizia con la terza edizione dei “Mercatini di Natale”. Cinquanta stand con prodotti tipici cilentani, con lavori artigianali e tanto altro ancora saranno allestiti tra via Matteotti, largo Stella Polare e la centralissima piazza 10 ottobre 1123, negli ultimi anni più comunemente riconosciuta come la “piazzetta” del film Benvenuti al Sud. La manifestazione natalizia, promossa dall’associazione La Marcialonga di Castellabate e patrocinata dal comune di Castellabate e dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, si articolerà da venerdì 5 dicembre a lunedì 8 dicembre. I visitatori potranno andare alla scoperta, da uno stand all’altro, delle tipicità artiginiali e culinarie del Cilento (ricami, decoupage, lavori in ceramica, pietanze e dolci tipici del territorio).

La novità della terza edizione è rappresentata dalla partecipazione di due istituti scolastici del territorio che  proporranno ai turisti alcuni lavoretti realizzati a mano. Ad allietare gli ospiti, durante il percorso tra i mercatini, vi saranno danze e melodie natalizie popolari e cilentane. Per i bambini, invece, ci sarà l’occasione di cimentarsi nei giochi antichi. I “Mercatini di Natale” apriranno al pubblico venerdì 5 dicembre dalle ore 17 alle 22, sabato 6 dicembre e domenica 7 dicembre dalle ore 10 alle 22, per poi chiudere lunedì 8 dicembre dalle ore 10 alle 18. «Castellabate diventa meta turistica anche nel periodo natalizio – spiega Nicola Paolillo, presidente dell’associazione promotrice dell’evento – grazie agli eventi, tra i quali i “Mercatini di Natale”. È un’iniziativa promossa senza fini di lucro, ma con il solo intento di arricchire l’offerta delle manifestazioni in questo periodo particolare dell’anno nel territorio comunale di Castellabate. Devo ringraziare – conclude Paolillo – tutte le persone che fanno dei sacrifici volontariamente per contribuire alla realizzazione dei mercatini».

©Riproduzione riservata