E’ tempo di pensioni, truffatori in cerca di contanti: attenzione agli anziani

Dall’alto Cilento al Vallo di Diano, passando per il golfo di Policastro e la parte bassa del Parco: ci sono truffatori ovunque e le segnalazioni arrivano da ogni parte del comprensorio. Diversi sono gli episodi registrati in questi giorni, in concomitanza con l’arrivo delle pensioni di dicembre e della tredicesima. I truffatori si appostano nei pressi degli uffici postali, come è accaduto a Marina di Camerota, dove due persone sospette sono state segnalate da più cittadini a questa redazione. A Policastro e Sapri, invece, alcuni anziani sarebbero stati avvicinati in cerca di un «aiuto economico». C’è la possibilità che i vecchietti vengono accompagnati con una scusa fino alla propria abitazione e una volta raggiunto un vicoletto isolato o un luogo appartato lontano da occhi «indiscreti», queste persona agiscono portando via la parcella appena ritirata all’ufficio postale.

A Teggiano, ad esempio, come anche in altre località del Vallo di Diano, una persona anziana, subito dopo aver ritirato la pensione all’ufficio centrale del paese, è stata raggiunta dinanzi la propria abitazione da una ragazza dall’apparente età di 30 anni. La probabile truffatrice avrebbe esclamato al citofono: «Signora potete uscire? Sono un’amica di vostra figlia». La padrona di casa, insospettita, ha detto che avrebbe chiamato i carabinieri e la ragazza, appena udito il nome delle forze dell’ordine, sarebbe fuggita via senza lasciare alcuna traccia. Del caso sono stati informati gli altri abitanti di Teggiano e del Vallo di Diano. Non è escluso che la ragazza potesse essere in compagnia di altri complici.

©Riproduzione riservata