A Caselle in Pittari serenate e poesie diventano opere d’arte: al via ‘Fiori alle porte’

Le serenate, gli stornelli e le poesie, ‘fiuri’ che hanno animato le notti casellesi, ispireranno l’opera di artisti contemporanei in una libera reinterpretazione che si basa sui racconti dei testimoni diretti di quel passato che si va sempre più perdendo. ‘Fiori alle porte’ è la manifestazione promossa dall’amministrazione comunale di Caselle in Pittari che animerà il centro storico dal 7 al 9 luglio. Il festival per tre giorni porterà i più giovani a vivere ‘u paisi viecchiu’, il borgo antico casellese, infatti, farà da cornice ai laboratori teatrali condotti dal maestro Gianluca Guarino dell’associazione napoletana ‘Sab Kuch Milega’. Direttore artistico dell’iniziativa sarà sarà invece l’artista Ramona Pisano di Caselle in Pittari.

Ma cos’è ‘Fiori alle porte’? I versi delle serenate, tramandate di generazione in generazione, non sono  più soltanto un’eredità orale. Diventano traccia scritta. L’arte non solo ridà luce al centro storico ma diffonde la poesia alle nuove generazioni. Sui vecchi portoni del borgo di Caselle in Pittari disegni e frasi raccontano l’arte fuori da ogni schema, uno spaccato appartenente alla generazione degli attuali nonni e che in punta di piedi ha colorato i vicoli del paese cilentano coinvolgendo ed entusiasmando anche i più piccoli.

©Riproduzione riservata