• Home
  • Cronaca
  • Agropoli, il liceo Gatto: 11 mesi di vita e già senza caloriferi, protesta di 700

Agropoli, il liceo Gatto: 11 mesi di vita e già senza caloriferi, protesta di 700

di Federico Martino

Restano deserte le aule del liceo Gatto senza riscaldamenti, ad Agropoli. I caloriferi della scuola inaugurata 11 mesi fa sono spenti per disguidi amministrativi. Gli alunni protestano , non ci stanno a soffrire il freddo in aula. La  mancata accensione dei termosifoni sarebbero motivi amministrativi, come conferma la «Sud Appalti», ditta che curava la manutenzione dell’impianto di riscaldamento del liceo.
La  Provincia di Salerno, proprietaria dello stabile, ha affidato l’incarico di manutenzione ad una nuova impresa e la «Sud Appalti ha fatto sapere di non avere alcuna intenzione di cedere le chiavi dell’impianto di riscaldamento », visto che l’ente provinciale le deve svariate centinaia di migliaia di euro, finché da Palazzo Sant’Agostino non saranno ultimato le ultime procedure amministrative per la liquidazione. L’impresa si dice disposta, nel frattempo, ad assumersi la responsabilità di avviare l’impianto incalzata dal sindaco di Agropoli, Franco Alfieri, e il vicesindaco, Mauro Inverso, che hanno sollecitato un intervento risolutore della Provincia. Amministratori locali cui fa eco l’assessore provinciale all’Edilizia scolastica, Nunzio Carpentieri ha assicurato: «Ad ore sbloccheremo la situazione».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019