Ditta edile incastrata dai carabinieri, tre finiscono nei guai: sequestri per 600mila euro

Nella giornata di ieri i carabinieri della stazione di Buonabitacolo hanno denunciato tre persone per il reato di smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi. I militari nella prima mattinata hanno effettuato un controllo in un cantiere edile di ristrutturazione di un edificio scolastico, appurando che i materiali di risulta, anziché essere trasportati in una discarica autorizzata, come da contratto con l’ente pubblico appaltante, venivano depositati presso un’area di proprietà di una delle due ditte edili interessate ai lavori, sita in Atena Lucana. A rispondere della violazione di legge di natura ambientale sono i due legali rappresentanti delle ditte edili, entrambi con sede nel Vallo di Diano e il direttore dei lavori. Sono stati sequestrati oltre il cantiere e l’area adibita illecitamente a discarica, anche due escavatori ed un frantoio mobile, il cui valore si attesterebbe intorno ai 600mila euro.

©Riproduzione riservata